Coppa alle pesche e ricotta: il finto gelato light

La storia di questa dolce ha presto ispirazione da un piatto antico che all’inizio di questo secolo era la vera alternativa della casa Savoia al gelato.
Si chiamava coppa sabauda ed era un saporita ricotta lavorata con scorza di limone, panna, rhum e uvetta; decisamente importante come dessert.

Questa versione invece è più leggera ed è accompagnata alle dolcissime pesche noci: il risultato è una golosa coppa fresca ma leggera da mangiare senza peccato.

Volendo è possibile preparare tutto in anticipo e riporre in frigo. Potete preparare le pesche e la crema di ricotta in anticipo e completare il piatto all’ultimo minuto, magari direttamente davanti ai vostri ospiti, ecco come prepararla:

dessert alle pesche e ricotta: un finto gelato light
dessert alle pesche e ricotta: un finto gelato light

Dosi:

Tempo di preparazione:

15 minuti + 1 ora per far riprendere l’uvetta

Che cosa ti occorre:

4 coppette, un tagliere, una ciotola, una forchetta, una tazzina da caffè.

Ingredienti:

3 pesche
200 gr di ricotta di mucca
30 gr di uvetta sultanina disidratata
4 cucchiaini di zucchero di canna
2 cucchiaini di estratto di vaniglia
una tazzina da caffè di liquore all’amaretto

Preparare la crema mettendo in una ciotola la ricotta e lo zucchero e cominciare a lavorare la crema mescolando vigorosamente con la forchetta.

Aggiungere l’estratto di vaniglia e l’uvetta ben strizzata. Se volete una crema più liquida vi basterà aggiungere un po’ di liquore all’amaretto avanzato usato per far rinvenire l’uvetta.

Spelare e tagliare a pezzettoni le pesche. (Nel caso vogliate prepararle in anticipo basta spolverarle con un po’ di zucchero e riporle in frigo coperte con sella pellicola per non farle ossidare).

Impiattare sistemando nelle coppette una base di crema di ricotta, meglio appena tolta da frigo, e adagiare sopra le pesche a pezzi.

di Valentina Barone