Dieta mediterranea vegana: ecco cosa mangiare

Dieta mediterranea e dieta vegana possono trovare un punto di incontro? Ovviamente sì, come ci viene sottolineato da tre studiosi italiani, Luciana Baroni, Maurizio Battino e Silvia Goggi, che sul Journal of the academy of nutrition and dietetics hanno pubblicato delle linee guida per chi vuole un’alimentazione sana e vegana, seguendo i dettami principali della dieta mediterranea, che sappiamo essere una delle migliori al mondo, perché ricca di nutrienti preziosi per la salute del nostro organismo.

La dieta mediterranea vegana stilata parte proprio dalla tradizione mediterranea, ovviamente eliminando tutti i prodotti di origine animale che vi sono contenuti, come carne, pesce, latticini, uova. Via libera, dunque, a cereali, legumi, verdure, frutta, semi, frutta secca, olio d’oliva e olio di semi. Se si vogliono aggiungere i prodotti alimentari di origine animale si può ma in misura limitata.

Il PiattoVeg “mostra come sia assolutamente possibile un’alimentazione completamente basata sui vegetali, anche in gravidanza e allattamento, fornendo precise indicazioni sulle quantità di alimenti da consumare” e si basa su un piatto diviso in sei spicchi corrispondenti ai sei gruppi alimentari fondamentali della dieta vegetariana.

Per ogni gruppo c’è la quantità giuta di cibo da assumere: il piatto comprende cereali, cibi proteici vegetali (come legumi, prodotti con glutine o soia, quindi no le proteine di origine animale), verdura, frutta, cibi ricchi di acidi grassi omega-3.

E’ una dieta a basso contenuto di grassi che, secondo gli esperti, aiuta a nutrire bene il corpo, con i giusti nutrienti e le giuste calorie, aiutandolo però anche a stare bene e in salute. E potrebbe diventare anche una misura terapeutica da affiancare alle terapie solitamente usate.

Insomma, non una dieta tanto impossibile da seguire, in fin dei conti. Se poi ogni tanto possiamo anche mangiare pesce, carne e latticini, a patto di esagerare, allora si può fare!

di Redazione