Esistono carboidrati che non fanno ingrassare e gonfiare la pancia?

I carboidrati sono spesso la categoria di alimenti più demonizzata da chi cerca di perdere peso: si pensa che tutti i carboidrati facciano ingrassare e siano colpevoli della pancia gonfia. E così per un breve o lungo periodo di tempo decidiamo di ridurre o di eliminare del tutto l’apporto di questi nutrienti. Ma lo sapete che non tutti i carboidrati fanno ingrassare e gonfiano la pancia? Ce ne sono alcuni che, in dosi moderate, possono essere assunti con estrema tranquillità anche se siete alla ricerca della forma perfetta per voi.

Cominciamo dai cereali che possiamo mangiare sia in zuppe calde sia in insalate fredde ideali per la stagione calda: avete mai provato l’orzo? E’ in grado di aumentare il senso di sazietà, ma anche di dare energia al metabolismo, dando una mano alla flora batterica naturalmente presente nell’intestino.

Altro cereale prezioso, che possiamo usare anche per la prima colazione o per gli spuntini, è l’avena: i carboidrati contenuti al suo interno ci permettono di sentirci sazie più a lungo, così da non dover cedere a spuntini fuori orario perché il nostro stomaco reclama cibo quando ancora non è ora di mangiare.

Poteva mancare la quinoa nel nostro elenco? E’ un cereale, che non è un cereale, perché è un seme della famiglia delle graminacee. Possiamo usarla al posto del riso, condendolo con pochissimi altri ingredienti e non ha il glutine: è in grado di stimolare il metabolismo apportando tantissima fibra al nostro organismo.

E chi lo avrebbe mai detto che nello yogurt greco c’erano i carboidrati buoni necessari per affrontare al meglio la giornata? Tutti gli zuccheri presenti nel latte naturalmente sono carboidrati semplici che qui si mescolano con i probiotici, che ci aiutano a disintossicarci.

Infine, i pop corn! Ebbene sì, i pop corn fanno bene alla salute, a patto di non aggiungere troppo sale o condimenti. Saziano a lungo e siamo felici di mangiarli perché ci ricordano la nostra infanzia. Cuoceteli nel forno a microonde, non in padella con l’olio!

di Redazione