Eventi Food di maggio: Le strade della mozzarella

In questi ultimi anni è un tripudio di eventi food, se poi sei un food writer o un food blogger ricevi veramente diversi inviti a settimana e la decisione è sempre difficile, per curiosità vorresti partecipare a tutti quelli che ti vengono proposti, ma il tempo e gli impegni lavorativi non te lo permettono.
Qui abbiamo invece uno di quegli appuntamenti in cui guardi il programma diverse volte per cercare di capire se lo riesci ad incastrare in qualche modo, ma ti rendi conto che è davvero difficile. Allora cosa fai? Guardi nuovamente gli eventi, li leggi più volte, guardi i post delle altre foodblogger scritti gli anni scorsi e tutta la rassegna stampa, poi chiudi il computer perchè la voglia di andare a Le strade della Mozzarella è troppo forte! 🙂

Le strade della mozzarella a Pasteum il 6/8 Maggio 2013
Le strade della mozzarella a Pasteum il 6/8 Maggio 2013

Perché? Eccovi un pò di ragioni per cui vale la pena andare:

La cornice è la regione Campania, a pochi chilometri da Paestum, nella località Capaccio non lontano dal mare, immersi nella natura rigogliosa e vicino al fiume Trabe. Un posto incantevole racchiude tutto questo, il ristorante Le trabe nella tenuta Capodifiume.

Gli appuntamenti di discussione sono interessanti, come “trentenni generazione perduta? No, 13 chef raccontano il loro percorso”. Oppure le “tre sessioni di lavoro dedicate all’impasto, alla farcitura e alla cottura della pizza”.

Gli chef ospiti che si possono conoscere meglio per capire i loro pensieri legati alla creazione di un piatto, sono Massimo Bottura, Antonino Cannavacciuolo, Corrado Assenza, Gennaro Esposito o Niko Romito, per citarne solo alcuni.

La mozzarella regnerà sovrana sopra ogni piatto. Si potranno portare a casa nuove conoscenze sul prodotto, tipico di quelle zone. Conoscere produttori e lavorazioni diverse, approfondire una conoscenza.

Stare insieme ad altri appassionati foodies, creare contatti, rete, scambiarsi opinioni e crescere la nostra conoscenza in questo settore che tanto ci appassiona. Ma soprattutto valorizzare un prodotto made in Italy, che ci invidiano in tanti altri paesi, e promuovere la nostra cucina e i nostri talenti.

tripudio di mozzarelle
tripudio di mozzarelle

Se invece come me, non potete partecipare non ci rimane che seguire l’evento attraverso i canali social, collegandovi alla pagina Facebook o twittare con l’account @Mozzarellaroad.

di Francesca Gonzales