Farro con zafferano porro e birra

In tutta Italia si sta festeggiando la Settimana della Birra Artigianale, e la cosa non poteva di certo lasciarmi indifferente!

La famosa ‘bionda’ ha milioni di ammiratori in tutto il mondo, chi non l’ha mai provata almeno una volta nella vita?! Credo nessuno! Ma oltre ad essere buona da bere, una compagna insostituibile per una serata tra amici, o per una serata solitaria davanti ad un film, la birra è anche un’ottimo ingrediente per cucinare. Solitamente viene utilizzata per la preparazione di ricette di carne, io invece ho voluto provarla con il farro, e il risultato è stato davvero soddisfacente…provare per credere!
Ecco la ricetta del farro con zafferano, porri e birra.

Tempo di preparazione:

Tempo di cottura:

60 minuti

Dosi per:

4 persone

Cosa ti occorre:

una pentola, un setaccio, un tegame piccolo, un tegame grande, due pentole piccole,un tagliere, pinze, carta assorbente

Ingredienti:

320 g di farro
2 cuori di porro
1 bustina di zafferano
1 carota
1 cipolla
1 costa di sedano
1 scalogno
ghiaccio
60 g di parmigiano reggiano
50 g di burro
300 ml di birra artigianale chiara
15 g di miele millefiori
mezza bottiglia di olio di semi di arachidi
sale
pepe nero
olio extra vergine d’oliva
maizena

Preparazione:

– Preparate un brodo vegetale con la cipolla, la carota e il sedano. Quando il brodo è pronto (dopo almeno 30 minuti) filtratelo. Sciacquate il farro e poi lessatelo nel brodo, scolandolo cinque minuti prima che termini la cottura, e lasciando da parte il brodo.

– Dividete in due metà i porri e togliete lo strato più esterno che taglierete a listarelle molto sottili e terrete da parte. Tagliate a fettine sottili il cuore dei porri e poi fatele imbiondire in un tegame medio con due cucchiai di olio evo. Appena inizierà a soffriggere aggiungete una decina di cubetti di ghiaccio (lo shock termico tirerà fuori tutto il sapore), e lasciate stufare per una quindicina di minuti a fuoco medio, salando a metà cottura.

– Mettete in un pentolino 100 ml di birra con il miele e lasciate ridurre della metà, a fuoco molto basso. Aggiungete poi una pizzicata di maizena e lasciate leggermente addensare.

– Tritate finemente lo scalogno e fatelo imbiondire con un cucchiaio di olio evo. Aggiungete il farro, lasciate tostare leggermente e sfumate con la birra rimasta. Aggiungete poi i porri, lo zafferano, un mestolo di brodo e lasciate cuocere. Aggiustate di sale.

– Scaldate in un pentolino l’olio per friggere, e appena sarà caldo mettete in cottura le listarelle di porro precedentemente preparate. Lasciate cuocere 2/3 minuti, toglietele dal fuoco e lasciatele asciugare su della carta assorbente.

– Quando il farro è cotto toglietelo dal fuoco, mantecatelo con il burro e il parmigiano e terminate con una macinata di pepe nero in grani.

– Servitelo accompagnandolo con la riduzione di birra e guarnendolo con il porro fritto.

BUON APPETITO!

di Roberta Castrichella