Frutti di mare fritti per la vigilia

E’ tradizione per la Vigilia di Natale preparare piatti a base di pesce, o comunque di magro e senza carne.
Uno dei piatti più preparati è il buonissimo fritto misto, che può essere di verdure, frutta, baccalà o pesce… Tutti lo amano, nonostante l’odore di fritto che invece tutti odiano!
Preparare la frittura è molto semplice, l’importante è utilizzare la pastella giusta; oggi vi lascio due modi semplici e buoni per preparare i frutti di mare, in  entrambi i casi otterrete una frittura croccante… quindi scegliete la vostra preferita e friggete!

frutti di mare
Frutti di mare fritti

Tempi di preparazione

 20 minuti

Tempi di cottura

5 minuti

Cosa serve

Padella, ciotola, schiumarola, pinza

Ingredienti per la prima pastella

500 g di frutti di mare (calamari, totani, gamberetti)
200 g di farina
250-300 ml di acqua frizzante
Altra farina q.b.
1 pizzico di sale
Olio di arachidi per friggere q.b

Ingredienti per la seconda pastella

500 g di frutti di mare  (calamari, totani, gamberetti)
Farina q.b.
Sale q.b.
Olio di arachidi per friggere q.b

frutti di mare
Frutti di mare fritti

Procedimento per la prima pastella

In una ciotola mescolate, utilizzando una frusta, la farina con l’acqua frizzante. Aggiungete acqua fino a ottenere una pastella liscia ma non troppo liquida.

In un piatto mettete un po’ di farina e infarinate i frutti di mare, passateli nella pastella e metteteli a friggere nell’olio ben caldo, quando iniziano a dorare girateli e dopo qualche minuto scolateli e lasciateli per un minuto su carta da cucina in modo che perdano un po’ di olio.

Salateli e serviteli subito caldi.

frutti di mare
Frutti di mare fritti

Procedimento per la seconda pastella

La seconda variante è ancora più semplice; dovrete solo infarinare con farina 00 i frutti di mare e friggerli sempre facendo attenzione alla cottura.
Alla fine scolateli e salateli.

Io ho servito i frutti di mare con della salvia sempre fritta.

Per ottenere una cottura perfetta dovrete seguire alcune semplici regole:

Se utilizzate frutti di mare congelati dovranno essere ben scongelati e a temperatura ambiente. Sia che siano congelati che freschi dovrete passarli sotto l’acqua corrente per sciacquarli e togliere eventuale sabbia e poi asciugarli perfettamente con carta assorbente, non dovrà restare acqua che altrimenti in cottura farà schizzare l’olio!

Friggete sempre con abbondante olio, alla temperatura giusta, per controllare utilizzate un mestolo di legno e mettetelo al centro dell’olio, se vedete delle bollicine attorno al cucchiaio allora è pronto.

Il fritto va preparato e mangiato subito, altrimenti perde subito la sua croccantezza.

frutti di mare
Frutti di mare fritti

di Valentina Previdi