Gelato vegano alla frutta

 

Il primo caldo e la tanto temuta prova costume che si avvicina inesorabile hanno creato sentimenti contrastanti in tutti noi.
Da una parte la voglia di concedersi i primi gelati della stagione per contrastare la calura, dall’altra la forza di volontà che cerca di non vacillare e cadere in tentazione, pena quel chiletto di troppo che nessuno nota, ma che ci fa diventare matti.
Gelati con panna, crema e frutta secca, triplo cioccolato carpiato, palline su palline ricoperte di panna montata sono tra i vostri sogni più ricorrenti? Privarsi totalmente non aiuta.

La soluzione c’è, è semplicissima ed è a prova di senso di colpa e di pigrizia.

Senza uova.
Senza latte o panna.
Senza zucchero aggiunto.
Senza gelatiera.

A questo punto vi starete chiedendo se senza tutte queste cose possa venir fuori qualcosa da potersi definire gelato.

La risposta è nelle foto.

Cremoso, dolce, dal gusto decisamente naturale… un vero gelato fatto e finito.
Vi basta un mixer oppure un frullatore, della frutta fresca a scelta e l’ingrediente magico: una banana congelata.

Gelato vegano
Completamente vegetale e perfetto per intolleranti al lattosio, alle uova e vegani.

Tempo di preparazione

5 minuti

Dosi 

2 porzioni

Occorrente

Mixer o frullatore, un contenitore per conservare il gelato in freezer.

Ingredienti

1 banana (150g circa)
frutta fresca a piacere (qui 100g tra fragole e lamponi)

Gelato vegano

Procedimento

Il giorno prima tagliare la banana a rondelle e riporla in un contenitore di plastica nel freezer per tutta la notte.

Per preparare il gelato mettere la banana congelata nel mixer e azionare fino a ridurla in pezzi piccolissimi.

Gelato vegano

Unire la frutta fresca e azionare nuovamente, fino a quando non avrete ottenuto un composto cremoso e uniforme (ci vorranno un paio di minuti).

Gelato vegano

Versare in un contenitore e conservare in freezer come il classico gelato oppure consumare subito.

Gelato vegano

di Tamara Pallaro