Gli anni '90 in cucina e il 'mitico' vitello tonnato

Erano gli anni ’90, spopolavano i jeans a vita alta, la frangia ingellata ad ‘onda’, vivevamo beati senza cellulari, degli smartphone non si immaginava neanche l’esistenza e passavamo i nostri giovedì sera a guardare Beverly Hills 90210. Ma gli anni ’90 culinari com’erano?
Quando ancora la parola blog, o meglio food blog, non faceva parte dell’immaginario collettivo e le ricette si potevano leggere soltanto da libri e/o riviste di cucina, c’erano quei piatti onnipresenti che ritrovavi ovunque, non importava che tu stessi mangiando al ristorante, a casa di amici o ad un buffet, loro erano li, irriducibili. Pennette alla vodka, tortellini panna funghi piselli e prosciutto, bresaola con rucola e parmigiano, pasta mari e monti (residuato degli anni ’80!) e panna cotta, vi dicono qualcosa?! Sicuramente sì!
E poi c’era lui, l’intramontabile vitello tonnato. Io, lo ammetto, non l’ho mai amato troppo proprio perché era come il prezzemolo, ovunque andassi lui c’era.
Chi di voi non l’ha cucinato almeno una volta? Ma soprattutto, da quanto tempo non lo preparate? Bene, comprate tutti gli ingredienti e fate un salto negli anni ’90, oggi si cucina il vitel tonnè!

Le ricette negli anni '90: solo su carta.
Le ricette negli anni '90: solo su carta.

Tempo di preparazione:

Tempo di cottura:

90 minuti

Dosi per:

4 persone

Cosa ti occorre:

una pentola abbastanza grande, un tagliere, mixer, una pentola piccola.

Ingredienti:

– 600 g di girello
– 3 uova
– 100 g di tonno all’olio d’oliva
– 6 filetti di acciuga
– 15/20 capperi
– 1 carota, 1 costa di sedano, 1 cipolla bianca
– brodo vegetale
– 1 rametto di rosmarino
– 3 foglie d’alloro
– un bicchiere di vino bianco
– olio extra vergine d’oliva
– sale
– pepe nero

Procedimento:

– Mettete il girello in un tegame con abbondante olio, il rosmarino e le foglie d’alloro, lasciate rosolare su tutti i lati per qualche minuto e poi sfumate con il vino bianco e lasciate asciugare. Aggiungete poi la carota, la costa di sedano, la cipolla bianca, salate e coprite a filo con del brodo vegetale. Lasciate cuocere per circa 90 minuti a fuoco basso, poi togliete la carne dal fuoco e lasciatela raffreddare.

– Mettete a bollire le uova in acqua fin quando saranno sode (7 minuti di cottura circa da quando inizia il bollore). Quando sono pronte raffreddatele e sbucciatele.

– Mettete nel bicchiere del mixer le uova a pezzi, il tonno sgocciolato, le acciughe, i capperi, 3 cucchiai di olio evo e un paio di cucchiai del brodo di cottura della carne. Frullate tutto fino ad ottenere una crema.

– Tagliate a fette sottili la carne, sistematela su un vassoio e copritela con la salsa tonnata.

Vitello tonnato. Foto di Roberta Castrichella.
Vitello tonnato. Foto di Roberta Castrichella.

di Roberta Castrichella