A tavola con… Gioia Gottini, astro life coach!

Gioia Gottini è una life & spiritual coach, che detta così uno non ci crede, ma lei si è creata la sua professione che in italia non è molto presente, mentre all’estero ce ne sono altre come lei, che curano la mente e l’anima anche dal punto di vista astrologico.
Infatti lei cura anche una rubrica astrologica sul mensile “Glamour” e collabora con diverse testate nazionali.
Nel frattempo ha pubblicato due libri: Astrocoaching e Di che sogno sei? l’ultimo uscito.
Sul suo sito offre corsi online dove potete trovare maggiori informazioni sulla sua attività, io vi dico solo che l’ho conosciuta attraverso il web e ho scoperto che viveva nella mia città, così ci siamo date appuntamento per pranzo e ho scoperto una persona rara.

gioia gottini
gioia gottini

Ed ora passiamo all'intervista mangereccia!

Il tuo piatto preferito qual è? Perché?

Il mio piatto preferito sono i fiori di zucca fritti in pastella, perché si preparano e si mangiano subito, ancora caldi, con le mani, e sanno di festa e di convivialità.

Se fossi uno chef che tipo di ristorante avresti?

A me riescono bene i dolci, quindi credo una bakery vegan con miscele di té francesi. Un posto che sia anche shop, libreria, luogo d’incontro e pausa relax del pomeriggio.

muffin dolci vegan con top di frutta secca di gioia
muffin dolci vegan con top di frutta secca di gioia

Qual è l’odore del cibo che ti ricorda la tua infanzia?

Le bruschette con l’aglio, ricordo dei tanti barbecue fatti in estate dai miei genitori e i loro amici. A noi bambini davano il pane per placare la fame mentre si cuoceva il pesce.

Se fossi uno snack cosa saresti? 

Sicuramente un sacchettino di anacardi non salati: esotici e golosi, li adoro!

Quando il cibo è una coccola/comfort food, che cosa ti prepari o concedi?

Se ho tempo, preparo con le mie mani una tarte tatin (da consumare rigorosamente tiepida e con aggiunta di panna); altrimenti la mia coccola quotidiana è il caffè dopo pranzo, fatto in casa e con un quadratino di fondente.

Dato che siamo donne al passo con i tempi… un consiglio tecnologico? Cosa non deve mancare nella cucina di un’amante del cibo?

In cucina sono abbastanza analogica, ma per ispirarmi utilizzo molto food blog e portali di ricette. Un sito che uso spesso è vegan3000 (sono stata a lungo vegan e ancora oggi preferisco una cucina con pochi grassi animali), invece se ho voglia di lustrarmi gli occhi con foto e ricette meravigliose vado sul blog Whatkatieate.

E per finire, per tutte le Bigogirl, hai un consiglio da dare per rimanere in forma o un trucchetto che usi dopo una grande mangiata?

Dopo una mangiata di solito aiuta un giorno senza zuccheri raffinati, oppure vegan. Ma il consiglio migliore è vivere 24 ore in cui a guidarci è lo stomaco: mangiare solo quando si avverte la sensazione di fame e solo cibi di cui abbiamo davvero voglia. Riconnettersi con il proprio stomaco, parlarci, è fondamentale e sorprendente. È proprio quello che insegno nel mio corso “Il corpo come Tempio: un percorso sacro verso il peso forma”, che da settembre offrirò dal vivo e anche on line sul mio sito.

Ed ecco solo per voi una proposta di Gioia, che si è dilettata a preparare una cena “finta colazione” fatta così: il cappuccino è in realtà un passato di lenticchie con besciamella, il croissant sono cornetti salati con verdure e formaggi, la marmellata è una crema di barbabietola e gomasio!

un suo piatto vegan, finta colazione per cena
un suo piatto vegan, finta colazione per cena

Non so voi ma io mi sono iscritta alla sua newsletter mensile dove da consigli per una vita più umana e ogni mese aspetto il suo oroscopo!

di Francesca Gonzales