mercoledì, 3 settembre 06:36
Seguici su

A tavola con... Marzia "Darkchocolate" Tagliabue

A tavola con... Marzia "Darkchocolate" Tagliabue

Oggi vi presento una food geek blogger toscana, che ha una passione molto forte.. scopriamola insieme!

di Francesca Gonzales

Marzia alias Dark chocolate, 25 anni, neo-laureata in comunicazione d'impresa e foodblogger per passione.

È una super social girl e multitasking, sempre connessa alla rete con mille dispositivi high tech e presente sui maggiori social network (facebook, twitter, instagram, foursquare).
Adora i gatti, il cibo etnico, le lingue straniere e i viaggi..

Sta cercando di scappare dall'Italia... e tornare nella sua adorata Parigi, dove ha studiato un anno e dove sogna di vivere!

Ma noi non vogliamo che se ne vada, anche se con tutti i social che segue sarebbe tutto come sempre!

marzia e la sua passione.. la cucina giapponese!
marzia e la sua passione.. la cucina giapponese!

Bigointervistiamola!

Il tuo piatto preferito qual è?

Amo alla follia il sushi e la cucina giapponese, ma anche quella etnica in genere, così tanto da aver chiamato la mia gatta Maki, proprio come i rotolini con l'alga intorno.
Probabilmente in una vita precedente ero nata in Asia, perché se penso a un piatto veloce da prepararmi penso al riso cantonese, lo spuntino che mangerei sempre sono i gyoza e se gli amici mi dicono di andare fuori a mangiare propongo loro il jappo invece di un'italianissima pizza!

ricetta di marzia: tre risi allo zenzero
ricetta di marzia: tre risi allo zenzero


Se fossi uno chef, che tipo di ristorante avresti?

Se aprissi un ristorante sarebbe qualcosa di molto particolare e multietnico, con tante stanze diverse dedicate a cucine e nazionalità differenti.
Ci sarebbe la stanza araba in cui mangiare falafel e hummus e fumare narghilè aromatizzati seduti comodamente su cuscinoni colorati; la stanza giapponese in cui mangiare sushi e sashimi con le bacchette su tavolini rasoterra; la stanza etiope in cui mangiare con le mani pezzi di injiera, la carne speziata, su tavolini berberi; e magari anche un “bento bar” take away dove è possibile portarsi a casa o a lavoro la propria scatolina orientale.
Solo un ristorante così riuscirebbe a rappresentarmi!

Qual è l'odore del cibo che ti ricorda la tua infanzia?

I frutti di bosco mi ricordano quando ero bambina.
Vivevo nella campagna senese in cima a una collina (dove sono tornata adesso da “grande”) e facevo passeggiate con mio fratello e il cane in giro per i boschi a cercare more e lamponi nei rovi spinosi.
Tornavo a casa con mani e gambe piene di graffi a causa delle spine, ma con la pancia piena e la bocca sporca di frutti di bosco.

Se fossi uno snack cosa saresti? 

Ovviamente sarei un cioccolatino, rigorosamente fondente. Infatti ho scelto “darkchocolate” come nome del mio blog e come nickname.
Il motivo di questa scelta non è solo il fatto che mi piace la cioccolata fondente ma trovo che sia una bella metafora per rappresentare il mio carattere: dura, precisa e scura all'apparenza ma dolce e piacevole quando mi sciolgo.
Proprio come la cioccolata fondente, o mi si ama o mi si odia!

Quando il cibo è una coccola/comfort food, che cosa ti prepari o concedi?

Quando ho bisogno rilassarmi e ho il tempo per farlo mi dedico alla preparazione dei bento (sempre colpa della mia precedente vita giapponese).
I bento sono dei lunch box coloratissimi e super kawaii ^_^ in cui disporre il cibo a regola d’arte per creare forme, disegni, personaggi in modo da essere esteticamente piacevoli oltre che buoni.
Il bento è un'arte perché bisogna saper bilanciare cibi, ingredienti e colori. Ogni bento dovrebbe avere dentro una porzione di riso o di pasta (o cous cous, orzo, quello che volete), un po’ di verdura, proteine sotto forma di carne o uova (a cui si può dare la forma di macchinine o conigli) e ovviamente una piccola porzione di frutta.
Sono bellissime da vedere, buone da mangiare e, almeno per me, rilassanti da prepare.
Sul mio blog c'è una sezione apposita dedicata a queste scatoline!

cheese & vegetable bento fatti da Marzia
cheese & vegetable bento fatti da Marzia



Dato che siamo donne al passo con i tempi… un consiglio tecnologico? Cosa non deve mancare in una cucina di un'amante del cibo? (Elettrodomestici, app, diavolerie tecnologiche)

Io sono una donna super web 2.0 e non riesco ad abbandonare il mio iPhone e il mio iPad neanche mentre cucino, anzi fotografo le ricette passo passo per poi bloggarle o metto su instagram in tempo reale tutto quello che mangio/cucino.
C'è chi sostiene che sia una nuova forma di disturbo alimentare, ma per fortuna ho tanti foodie-amici virtuali e non con cui condivido questa passione.
Un'altra bella mano a cucinare me la dà il mio luccicante Kitchen Aid, che oltre a dare un tocco di stile alla cucina, mi risparmia la fatica e l'impiastricciamento di impastare... C'è chi si rilassa ad impastare, ma non fa proprio per me!

marzia e il suo cibo preferito
marzia e il suo cibo preferito



E per finire per tutte le Bigogirl, hai un consiglio da dare per rimanere in forma o un trucchetto che usi dopo una grande mangiata?

Bere, bere, bere tantissimo!
In estate e in inverno... D'inverno consumo quantità industriali di thè, rigorosamente verde... Ho una mega mug in ufficio che contiene quasi mezzo litro di thè!
D'estate tanta acqua, smoothie e frullati freschi di frutta al posto degli spuntini e della merenda...

Io sono un po' pigra, ma l'attività fisica è importantissima... adoro lo yoga e il pilates e mi rilasso tantissimo rotolando a casa sulla mia palla respirando profondamente! Rilassante e tonificante...