La guida per portare cibi sicuri in tavola

 

Come essere sicuri di quello che mangiamo? Come facciamo a essere certe di portare in tavola solo cibi sicuri? Ci pensa il Ministero della Salute a darci i giusti consigli, con la guida “Ecco perché mangi sicuro”, nata dalla collaborazione tra il ministero e l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia e dell’Emilia Romagna. Sono diversi i suggerimenti importanti che ci vengono dati per mangiare in maniera sicura: ne va della nostra salute e della salute di chi amiamo. Ecco cosa è bene sapere!

– Uova

uova (1)
Uova

E’ bene conoscere tutte le categorie esistenti di uova (possono essere commercializzate nei punti vendita solo le A extra e le A), così come conoscere i trucchi per conservarle al meglio (gli esperti dicono di non metterle in frigo) e rispettare le date di scadenza, facendo attenzione alle uova crude, soprattutto nei bambini e nelle donne incinta.

– Pesce

Come deve essere il pesce per essere sicuro? Per essere commercializzato deve avere una denominazione obbligatoria in italiano con il nome scientifico. Deve essere obbligatoria la zona di cattura o di produzione del pesce. I molluschi devono essere separati dagli altri pesci, che devono essere conservati sul ghiaccio.

– Carne

Le guide ci danno consigli su come scegliere la carne al taglio in confezione, capendo quali sono le tecniche di conservazione e confezionamento: attenzione alla carne impacchettata dalla quale esce troppo liquido. Meglio non comprarla.

– Latte e latticini

Latte
Latte

I consigli ci dicono come conservare i prodotti (se li trovate nel banco frigo, andranno conservati nel frigo). Lo sapevate che per i formaggi a pasta filante esiste l’obbligo di vendita dietro confezionamento? E che dobbiamo pretendere tutte le informazioni sui prodotti sfusi?

– Miele

Un buon miele non deve avere altri ingredienti alimentari, additivi, sostanze organiche e inorganiche estranee.

di Redazione