La ricetta della ribollita, un classico della cucina toscana

Questo inverno è stato mite, per lo meno qui da me, quindi i cavoli neri lanceolati hanno dato il meglio di loro nell’orto quest’anno e ne sono venuti così tanti che sapevamo più come cucinarli.

Sicuramente la più classica delle ricette, ovvero la ribollita toscana, è il miglior piatto per consumare questo ingrediente che nel passato era il principe delle tavole della cucina povera toscana. Vediamo come preparare questa zuppa saporita in poche semplici mosse.

carote, cavolo nero e patate: ecco la ribollita toscana!
carote, cavolo nero e patate: ecco la ribollita toscana!

Dosi:

per 6 persone

Tempo di preparazione:

20 minuti

Tempo di cottura:

2 ore

Che cosa ti occorre:

1 tagliere, un coltello, un pelapatate, una pentola con il coperchio.

Ingredienti:

15 foglie di cavolo nero lanceolato
3 carote
3 cipolle
2 patate
1 gambo di sedano
150 gr di fagioli rossi già cotti
200 gr di pane secco
2 litri d’acqua
sale
olio
pepe
parmigiano

Lavate le foglie di cavolo nero sotto l’acqua a corrente poi tagliatele a fettine spesse circa un centimetro.

Mettete un litro d’acqua nella pentola e mettere a bollire il cavolo insieme a un po’ di sale e un filo d’olio.

Con il pelapatate sbucciate le patate e le carote e tagliate le prime pezzettini e le seconde a rondelle.

Dopo mezz’ora di cottura del cavolo aggiungete le carote, le patate, i fagioli già cotti (vanno bene anche quelli in barattolo scolati e lavati sotto acqua a corrente), il gambo di sedano e le cipolle pulite e tagliate in 4 spicchi.

Fate cuocere il tutto con il coperchio a fuoco basso per circa un’ora, aggiungendo acqua se necessario.

Prima dell’ultima mezz’ora aggiungere il pane raffermo e aggiustare di sale e di pepe.

Otterrete una zuppa brodosa e saporita. Servitela calda con una spolverata di parmigiano o meglio ancora pecorino.

la zuppa della tradizione toscana: la ribollita
la zuppa della tradizione toscana: la ribollita

di Valentina Barone