La ricetta della zuppa umbriaca

 

La prima volta che ho assaggiato questa zuppa mi era stato detto che era tipica della zona umbra. Mi era piaciuta molto, ma non conoscevo la ricetta. Provando e riprovando ho trovato questo metodo di preparazione che la rende particolarmente appetitosa e confortante. Le zuppe, in questo periodo, sono un vero e proprio comfort food, capaci di ritemprare il corpo e anche lo spirito.
Questa zuppa, oltre a essere corroborante, è anche particolarmente saziante e completa dal punto di vista nutrizionale. E’ preparata con i legumi e con il farro che vengono cotti nel vino rosso e aromatizzata con le erbe aromatiche.

zuppa legumi bigodino 1 copia
Cotta nel vino!

Dosi:

per 4 persone

Tempi di preparazione:

10 minuti piu’ una notte di ammollo

Tempi di cottura:

60 minuti

Cosa serve:

ciotola, scolapasta o colino, pentola, coltello, cucchiaio, mestolo, tagliere

Ingredienti:

250 ml di vino rosso

100 gr di farro

50 gr di fagioli cannellini secchi

50 gr di ceci secchi

50 gr di fagioli borlotti

mezza cipolla rossa ( o una piccola)

2 foglie di alloro secco

1 rametto di rosmarino secco

1 rametto di salvia secco

sale, pepe e olio

1 lt di acqua

 

zuppa legumi bigodino copia
Squisita con i crostini di pane

Procedimento:

Sciacquare abbondantemente i legumi e il farro. Riporli in una ciotola coperti completamente di acqua. Lasciarli in ammollo per una notte. La mattina seguente, scolarli e tenerli da parte. Affettare grossolanamente la cipolla rossa e metterla in una pentola con 3 cucchiai di olio. Farla rosolare per qualche minuto, aggiungere il farro e i legumi. Mescolare e tostare gli ingredienti e sfumare con il vino rosso. In un primo momento ne basterà mezzo bicchiere.

Dopo qualche minuto, versare il restante vino rosso e cuocere per circa 15 minuti a fiamma vivace.

Aggiungere gli aromi secchi e aggiustare di sale e pepe. Mescolare e aggiungere un litro di acqua calda. Proseguire la cottura per circa 45 minuti a fiamma dolce, fino a quando i legumi saranno teneri. Versare la zuppa ubriaca nei piatti e condire con un filo di olio a crudo. Servire con crostini di pane raffermo.

Consigli:

Al posto di usare acqua, per un gusto più deciso e pieno, si può aggiungere brodo vegetale caldo. Per una zuppa ancora più densa, si può aggiungere a metà cottura una patata lessata e schiacciata. Questa zuppa si può preparare in anticipo e servire il giorno seguente riscaldata, sarà ancora più buona.

di Marzia Riva