La ricetta originale del cocktail White Russian

Il White Russian è un cocktail molto famoso, variante dell’altrettanto celebre Black Russian: si usa la vodka e ha una gradazione alcolica molto alta, intorno al 20% vol solitamente Ha un gusto molto delicato e dolce, quindi non si usa come aperitivo, ma solitamente dopo cena: c’è chi lo intende anche come dessert per finire un pasto. Se lo volete preparare ai vostri amici, vi diciamo noi come fare.

Il White Russian è un cocktail perfetto in ogni momento dell’anno: d’estate servitelo con più ghiaccio, mentre in inverno andateci piano. Potete abbinarlo a tutti i principali dolci, basta che abbiano cioccolato, panna, caffè o tutti e tre insieme!

Gli ingredienti del White Russian sono: 5 cl di vodka, 2 cl di liquore al caffè, panna. Come liquore al caffè potete usare il Borghetti, facilissimo da reperire in Italia in ogni supermercato, che però lascerà il cocktail un po’ amarognolo. Usate un bicchiere old fashioned e non siate avari con il ghiaccio.

Prendete il bicchiere, riempitelo di ghiaccio fino all’orlo e versate dentro la vodka e il liquore al caffè. Mescolate con cura. Montate appena la panna liquida con lo shaker tradizionale e versate dentro il bicchiere, magari facendola cadere sul cubetto di ghiaccio. Non mescolatelo più, versatelo con una cannuccia corta e basta.

Qualche piccola curiosità sul White Russian: pare sia nato da un’idea di Gustave Tops, barman dell’hotel Metropole di Bruxelles, verso la fine degli anni Quaranta. Ebbe l’idea per un incontro con l’ambasciatore statunitense in Lussemburgo, Pearl Mesta.

Il drink appare nel film Il Grande Lebowsky e nella sit com The IT crowd, ma anche in Catwoman del 2004 con Halle Berry!

di Redazione