La ricetta tradizionale del migliaccio di Carnevale

Il migliaccio è uno dei dolci napoletani tipici del periodo carnevalesco. Preparato con semolino, ricotta, uova e zucchero assomiglia come consistenza e ricchezza di gusto alla cheesecake, ma la sua storia è tutta napoletana.

In origine veniva preparato con farina di miglio (da qui il nome) e con sangue di maiale, un dolce quindi dalle origini contadine che è rimasto forte nella tradizione partenopea. Col tempo la ricetta si è affinata e oggi lo si prepara con semola e ricotta e aromatizzato con agrumi e vaniglia. Morbido e delicato è il dolce ideale per festeggiare il carnevale.

Il dolce tipico del carnevale napoletano

Tempo di preparazione

20 minuti

Tempo di cottura

60 minuti

Dosi per

8 persone

Occorrente

Un pentolino, tortiera a cerniera diametro 22 cm, fruste elettriche, ciotole, setaccio.

Ingredienti

3 uova

280 g di zucchero semolato

200 g di semolino

500 ml di latte

350 ml di acqua

40  di burro

1 limone

1 arancia

1 bacca di vaniglia

Migliaccio
Migliaccio

Procedimento

Preparate il semolino portando a bollore l’acqua, il latte e la scorza di mezza arancia.

Una volta che comincia a sobbollire togliete l’arancia e aggiungete il burro, facendolo sciogliere completamente.

Versate il semolino a pioggia e amalgamate usando una frusta per evitare la formazione di grumi.

Cuocere a fuoco medio per 6/7 minuti.

Una volta pronto (dovrà essere ben denso) versatelo in una pirofila o un piatto per farlo intiepidire.

Nel frattempo montate le uova con lo zucchero e le scorze grattugiate del limone e della mezza arancia rimasta.

Unite i semi della bacca di vaniglia e continuate a montare, finché non avrete ottenuto una spuma chiara.

A parte setacciate la ricotta e unitela alla spuma di uova e zucchero e mescolate bene.

Per finire unite il semolino, che nel frattempo sarà intiepidito, e amalgamate tutti gli ingredienti.. L’impasto dovrà essere liscio e senza grumi.

Preparate la tortiera foderandola con carta forno bagnata e strizzata e versate l’impasto al suo interno.

Cuocete a 200° per 1 ora.

Una volta fredda cospargetela di zucchero a velo prima di servirla.

di Tamara Pallaro