L’aglio nero è commestibile? Come si usa in cucina

 

L’aglio nero è un aglio andato a male o si può consumare? Vedendolo non è che ci ispira molta fiducia, ma possiamo dormire sonni tranquilli, perché in realtà è un alimento sicuro, che possiamo usare in cucina. E’ una nuova varietà di aglio nata in Corea nel 2004 e che ben presto si è diffusa negli USA, ma da qualche tempo è arrivato anche in Italia. Il Black Garlic o Black Allium è un tipo di aglio nato dalla fermentazione, un processo assolutamente naturale. E’ il risultato è un aglio che non è bianco, ma è nero. Ma quali sono le sue caratteristiche?

Black Garlic o Black Allium: semplicemente aglio nero
Black Garlic o Black Allium: semplicemente aglio nero

– L’aglio nero non dà alito cattivo e non dà odore sgradevole.

– L’aglio nero lascia un retrogusto di liquirizia.

– L’aglio nero non ha odore e ha un sapore più dolce dell’aglio normale che usiamo in cucina.

– Per poterlo realizzare, i bulbi di aglio vengono fatti fermentare in ambiente umido e a temperatura controllata per 30 giorni e poi lasciati ossidare per 45 giorni.

– L’aglio nero è ricco di antiossidanti e aiuta a ridurre il colesterolo.

– E’ utile per trattare il mal di denti, le infezioni e i vermi intestinali.

– Si può consumare sia crudo sia cotto, come condimento per ogni alimento o, come si fa in Asia, per la preparazione di alcune bevande.

E lo sapete che potete farlo anche in casa?

di Redazione