Le merendine che esistevano solo negli anni 80 e 90

Chi era bambino o ragazzino negli anni Ottanta e Novanta prova molta nostalgia oggi. E non solo per i cartoni animati che non sono più quelli di una volta o per il fatto che i bambini di oggi preferiscono passare ore in casa davanti a uno schermo piuttosto che uscire a giocare con i propri amici. Proviamo nostalgia per tante merendine che hanno caratterizzato la nostra infanzia e che oggi, purtroppo, non ci sono più. Ma quanto erano buone?

Vi ricordate il Soldino? E’ stata una delle merende della Mulino Bianco più amate: tutti toglievamo il soldino di cioccolato al latte sopra per poterlo mangiare per ultimo. Di recente l’azienda ha creato un’edizione limitata, ma a noi non basta: noi lo vogliamo trovare tutti i giorni al supermercato!

Ma quegli anni sono stati caratterizzati anche da tanti gelati che oggi non si trovano più, come lo Strakib, il Camillino e la Pipa, mentre altri, come il Piedone, sono stati più fortunati e sono tornati nelle gelaterie e nei bar. E chi dimentica il succo di frutta all’arancia Billy? Tutti lo avevamo in classe a merenda!

E ancora, le gomme a forma di sigaretta, forma che ritrovavamo anche in golosissimi snack al cioccolato, con tanto di pacchetto uguale alle bionde originali: se ci pensiamo bene, però, non è che fossero proprio educative al massimo, oggi non potrebbero mai tornare in vendita in un’epoca del politically correct a tutti i costi.

E ancora, chi ricorda la One o One, che è stata per molti anni una concorrente della Coca Cola? Certo, poi poco ha potuto contro il colosso di Atlanta, ma almeno ci ha provato! E le sottilette alla crema di nocciola e i frollini di Nonna Papera?

E ancora, gli Urrà, buonissimo wafer ricoperto di cioccolato, lo Sprint al Latte solubile per rendere unica la nostra colazione. Ma anche Trio, i cereali con testimonial Qui, Quo e Qua, i nipoti di Paperino della Disney!

Fonte foto: iFood

di Redazione