Lo sapevate che il 2 dicembre è il Maritozzo Day?

Il 2 dicembre dite addio per un giorno alla dieta e ai buoni propositi, che tanto per rimettersi in forma per Natale c’è sempre tempo. Perché dovete segnarvi questa importante data in agenda? Perché il 2 dicembre è il Maritozzo Day, un giorno per celebrare il dolce romano più buono che ci sia e che dalla Città Eterna si è diffuso in tutta Italia, tanto che adesso è facile trovarlo anche fuori dalla regione che gli ha dato i natali. Con l’hashtag #maritozzoday siete pronti a deliziare il vostro palato con un sapore unico?

L’evento è stato pensato da Tavole Romane in collaborazione con Il maritozzo rosso, altri artigiani d’eccellenza di Roma e con Radio LUISS e vuole essere una festa diffusa per rendere omaggio al dolce capitolino più buono che ci sia. Moltissimi famosi locali romani, come forni, pasticcerie e bar, proporranno durante tutto il giorno maritozzi dolci e salati.

Sui social network, da Facebook a Instagram, passando anche per Twitter, tutti siamo invitati a condividere foto, storie, racconti, aneddoti, utilizzando l’hashtag dedicato alla grande festa del maritozzo, che solitamente è ripieno di panna, ma può anche essere farcito con uvetta, pinoli, arancia candita, ma anche di creme vegan e può anche essere salato.

Ma quando e da chi è stato inventato il maritozzo? Ovviamente le ipotesi sono diverse: pare sia molto antico, visto che è citato in testi di qualche tempo fa. Sappiamo con certezza che sia nato a Roma e secondo alcuni il panino semi-dolce sarebbe di origine imperiale. All’epoca era più grande ed era farcito con uva e miele.

Spesso veniva cucinato in Quaresima, era un dolce povero, ma gustoso e, secondo la tradizione, è il regalo che il futuro sposo donava alla promessa sposa per la festa degli innamorati. Da qui il nome di maritozzo.

Adesso che lo conosciamo un po’ meglio, è il caso di mangiarlo con ancora più gusto, non è vero?

di Redazione