Marmellata alle arance con scorzette e cardamomo

In questi ultimi anni, con lo stress, l’ansia e i continui impegni trovare il tempo da dedicare alla realizzazione di un regalo fatto a mano sarebbe un bel miracolo.
Eppure bisogna ammettere che un regalo creato con le nostre mani acquista un significato in più perchè è fatto con grande amore.

In occasione della festa del papà mi piace fare qualcosa di più personale e goloso.
Mio padre, ad esempio, impazzisce per la marmellata di arance, quella bella amara con le scorzette dentro, solo che difficilmente ne trova una come piace a lui, solitamente sono troppo dolci, troppo liquide e soprattutto senza le sue adorate scorzette.

Questa festa del papà ho deciso di prepararne un bel barattolo solo per lui, il mio modo per dire “Tanti Auguri Papà!”

La ricetta marmellata di arance, scorrette e cardamomo
La ricetta marmellata di arance, scorrette e cardamomo

Dosi:

circa due barattoli da 250 gr

Tempo di prepazione:

30 minuti

Tempo di cottura:

1 ora

Che cosa ti occorre:

due barattoli da 250 gr con il tappo ermetico, un tagliere, un coltello con la lama liscia molto tagliente, una pentola, due canovacci puliti, un cucchiaio di legno, un cucchiaio da tavola, un piccolo pentolino, un colino, un minipimmer.

Ingredienti:

4 arance
1 limone
3 semi di cardamomo
350 gr di fruttosio
acqua

pane  e marmellata di arance, scorrette e cardamomo
pane e marmellata di arance, scorrette e cardamomo

Procedimento:

Tagliate con il coltello la buccia di due arance facendo attenzione a prendere solo la parte sottile e non quella bianca che è molto amara, tagliate poi le bucce a strisce larghe 3 mm lungo tutta la loro lunghezza.

Sciacquatele poi mettetele a bollire in pentolino per 10 minuti una volta raggiunto il bollore, scolate con il colino e mettete da parte.

Togliete la buccia alle arance e cercate di togliere più filamenti possibili anche intorno e internamente agli spicchi, tagliate a pezzettoni, sbucciate con il coltello il limone e aggiungete il fruttosio.

Prima di far cuocere la frutta, aggiungete anche i semini interni che trovate dentro il cardamomo, usate tre semi grandi otterrete un ventina di piccoli semi, a questo punto fate cuocere per circa mezz’ora.

Quando vedete che la frutta ha perso i liquidi e che sta cominciando a consumarsi l’acqua, mettete il minipimmer nelle pentola e frullate grossolanmente i pezzi grandi e filamentosi che riuscite a vedere, otterrete così una pappetta uniforme.

Aggiungete le scorzette e finite la cottura, fino quando l’acqua della frutta non si sarà assorbita tutta e la marmellata avrà una consistenza semi liquida.

Con l’aiuto di un cucchiaio mettete la marmellata nei barattoli poi chiudete con il tappo e capovolgete immediatamente coprendo i barattoli con un altro canovacccio, quando la marmellata sarà a temperatura ambiente riponetelo in un luogo fresco e con poca luce.

di Valentina Barone