Pasta 3D, la nuova frontiera del fai da te alimentare

 

In un’era in cui cucina ed estetica vanno a braccetto, anche la pasta avrebbe subito dei cambiamenti importanti, era solo questione di tempo. E quel momento è arrivato.
L’idea è recentemente venuta alla Barilla che ha deciso di ideare un particolare sistema in 3D che consente la creazione di un numero infinito di forme e varietà di pasta, realizzabili in un arco di tempo brevissimo e funzionali all’ottimizzazione delle proprietà organolettiche presenti nei sughi di riferimento.

Facendo ricorso ad una comune stampante 3D, una volta decisa forma e lunghezza della pasta desiderata, risulta possibile eseguire un disegno al computer, poi destinato a tradursi nell’effettiva realizzazione della pasta, una volta inserito l’impasto nel macchinario e atteso il tempo necessario alla concretizzazione della stampa, stimata in circa 120 secondi.

Per celebrare il proprio progetto, Barilla ha indetto un particolare evento-concorso, delegando alla start-up Thingarage di Roma il compito di selezionare aspiranti inventori di pasta e bizzarre creazioni con l’intento di vederle magari un giorno tradotte in un’ampia produzione industriale.

Addio pennette, tagliatelle e mezze maniche… il vostro tempo è finito!

di Eliana Avolio

  • In questo articolo:
  • News