Pasta fresca senza uova con zucchine, mandorle e olive taggiasche

 

Per il primo di oggi ho utilizzato le cortecce cilentane, quelle senza uova nell’impasto, un formato di pasta che si trova facilmente anche al supermercato nel reparto dei freschi.
Mille possono essere però le alternative, dalle penne ai cavatelli, escludendo solamente i formati lunghi e troppo piccoli.

Il condimento è basico, velocissimo da preparare, dalle diverse consistenze e perfettamente bilanciato: zucchine a cubetti, cotte a fiamma alta giusto il necessario per perdere solo una parte della croccantezza iniziale, uno spicchio di aglio in camicia (ovviamente si può anche eliminare se non gradito) per dare un leggero profumo, mandorle tagliate grossolanamente e olive taggiasche aggiunte quasi come un tocco finale, poco basilico, un pizzico di pepe nero e tanto parmigiano.

pasta-zucchine-mandorle-olive-primi-contemporaneo-food
Pasta fresca con zucchine, olive taggiasche e mandorle

Il tempo per sua preparazione? Più corto di quello della cottura della pasta!

Ci vuole veramente poco per avere un primo leggero, che sorprende il palato a ogni boccone per via del morbido e dolce della zucchina, del croccante della mandorla, del pungente del pepe e del sapore a tutto tondo del parmigiano grattugiato in abbondanza.

pasta-zucchine-mandorle-olive-primi-contemporaneo-food
Le materie prime utilizzate

Un segreto?

Come tutte quelle volte che si preparano piatti molto semplici, l’essenziale è utilizzare materie prime di qualità: olio extravergine di oliva (di quello proprio buono), del buon grana, del basilico fresco e possibilmente delle olive taggiasche semplicemente in salamoia.

Vi lascio a questo primo facile facile e molto veloce.

Spero possiate gradire e nel frattempo vi auguro come sempre “che la creatività sia con voi!

pasta-zucchine-mandorle-olive-primi-contemporaneo-food
Pasta fresca con zucchine, olive taggiasche e mandorle

Tempo di preparazione:

10 minuti

Tempo di cottura:

15 minuti

Dosi per:

4 persone

Cosa ti occorre:

pentola per cuocere la pasta, padella antiaderente

Ingredienti:

450 gr cortecce cilentane senza uovo
n.2 zucchine
30 gr mandorle pelate
n.4 cucchiai di olive taggiasche
n.1 spicchio di aglio
q.b. parmigiano grattugiato
q.b. olio extravergine di oliva
q.b. sale e pepe nero

Procedimento:

pasta-zucchine-mandorle-olive-primi-contemporaneo-food
Pasta fresca con zucchine, olive taggiasche e mandorle

Per prima cosa mettere a bollire l’acqua per la pasta.

Nel frattempo in una capiente padella antiaderente versare due cucchiai di olio extra vergine di oliva e subito dopo le due zucchine tagliate a cubetti di media grandezza, lo spicchio d’aglio in camicia e le mandorle tagliate grossolanamente.

Cuocere per qualche minuto a fiamma vivace. Salare, pepare e lasciare da parte.

Cuocere la pasta e appena cotta, accendere nuovamente il fuoco della padella antiaderente con il condimento: versare le cortecce cilentane.

Proseguire per pochi minuti la cottura correggendo di sale, aggiungendo le olive taggiasche senza nocciolo e abbondante parmigiano grattugiato.

Concludere il piatto con qualche fogliolina di basilico fresco a pezzettini e un po’ di pepe nero.

di Cristina Saglietti