Pesche grigliate con crème fraiche alla menta

 

A volte le cose più semplici sono le più buone e queste pesche ne sono la prova. Alla fine di una cena estiva, o meglio ancora durante un barbecue, questo dolce light e fresco è una proposta originale e facilissima da preparare.
Qualche accortezza è d’obbligo nel caso decidiate di fare questo dolce durante una grigliata all’aperto. Ovviamente vanno fatto per ultime, quando la brace è al minimo della sua forza e per poter essere servite tiepide. Ricordatevi di pulire molto bene la griglia, meglio sarebbe averne una ad hoc per evitare il fastidioso retrogusto di braciola, poco consono in un piatto dolce 😉
La cottura è davvero veloce dato che gli zuccheri naturali di cui è ricca la pesca caramellano rapidamente. Una pallina di gelato, della panna montata oppure la crème fraiche che vi propongo qui sotto danno un tocco goloso e rinfrescante.

IMG_5092
Un dolce light e gustoso perfetto per concludere le cene d’estate.

Tempo di preparazione

10 minuti

Tempo di cottura

5 minuti

Dosi per

4 porzioni

Occorrente

griglia, ciotola.

Pesche grigliate con crème fraiche alla menta
Gli ingredienti per la ricetta

 

Ingredienti

4 pesche mature

4 cucchiai di zucchero di canna moscobado

200 ml di crème fraiche

un rametto di menta

Pesche grigliate con crème fraiche alla menta
Cuocere le pesche dalla parte dello zucchero

Procedimento

In una ciotola preparate la crema mescolando la crème fraiche con un cucchiaio di zucchero di canna e la menta tagliata a striscioline. Mescolare fino a ottenere una crema omogenea

Tagliate a metà le pesche e privatele del nocciolo.

Cospargetele con lo zucchero e posizionatele con la parte tagliata rivolta verso il basso, sulla griglia.

Cuocete per 5 minuti.

Servitele subito con la crema alla menta.

Pesche grigliate con crème fraiche alla menta
Pesche grigliate con crème fraiche alla menta

Note.

Lo zucchero moscobado è uno zucchero di canna integrale molto scuro e fine. Nel caso non lo troviate potrete ottenere lo stesso risultato passando lo zucchero di canna classico nel tritatutto per qualche secondo oppure se preferite usando del normalissimo zucchero a velo.

di Tamara Pallaro