Riso thailandese alla curcuma con agretti

Finalmente dopo tanto tempo che compravo gli agretti o barba del frate, come vengono chiamati, sono riuscita a cucinarli. Sì, perchè era diventata una specie di impresa titanica, li compravo e li dimenticavo nel frigo, è successo per diverse settimane, con mia immensa tristezza finivo per gettarli… ma finalmente eccoli!
Gli agretti a casa mia, sono sincera, non ricordo di averli mai visti, o se li ho visti non li ho mangiati. È una verdura tipica dei mesi di aprile e maggio, quindi primaverile. Sono ricchi di sali minerali e altamente depurativi, quindi adatti ai mesi di cambiamento climatico. Il sapore è acidulo e la consistenza croccante, a me sono piaciuti molto.
Un classico è cucinarli in frittata, ho chiesto aiuto via Twitter per la ricetta da usare e la più gettonata è stata questa. Ma io quel giorno avevo voglia di sperimentare e allora li ho usati in versione fusion, con il riso thai alla curcuma, che viene definita lo zafferano indiano. Alti poteri antiossidanti e anti infiammatori per questa spezia giallo fuoco.
Ma vi lascio la mia ricetta, se la provate fatemi sapere!

Riso thai con curcuma e agretti
Riso thai con curcuma e agretti

Tempo di cottura:

Tempo di preparazione:

20 minuti

Dosi:

per 2 porzioni

Cosa ti occorre:

due pentole, una per gli agretti e una per cuocere il riso, e una padella larga.

Ingredienti

200 gr di riso thai
1 cucchiaio di curcuma in polvere
1 mazzetto di agretti
1 scalogno
sale qb

Lavate molto bene gli agretti, prima in acqua corrente poi in ammollo nel lavandino, la parte finale della verdura è più dura e ricca di terra, da lavare molto bene.
Nel frattempo, mettete una pentola con acqua e un pizzico di sale grosso sul fuoco. Ora scolate bene, sciacquate ancora gli agretti e tagliate la parte in fondo più dura e legnosa.
Tuffateli nell’acqua bollente e fateli bollire per circa 5 minuti, devono restare sodi e croccanti non mollicci. Scolateli e metteteli da parte.

In un’altra pentola con acqua bollente fate cuocere il riso thai, lasciandolo al dente. Pochi minuti prima della fine della cottura del riso versate un cucchiaio di curcuma nella pentola, mescolate e scolatelo.

In una padella con il fondo largo mettete due cucchiai d’olio e uno scalogno a soffriggere, versate il riso scolato e dal bel colore giallo.
Fatelo saltare un paio di minuti e poi unite gli agretti con un mestolo di acqua di cottura, amalgamate il tutto.
Servite aiutandovi con un coppapasta per dargli una bell’aspetto nel piatto.

Riso thai con curcuma e agretti
Riso thai con curcuma e agretti

di Francesca Gonzales