Tarte tatin di pere, mele e cannella

 

La Tarte Tatin è uno dei capi saldi della pasticceria francese e ha un a storia tutta particolare che riguarda la sua nascita. La storia ha come protagoniste due sorelle proprietarie del Ristorante Tatin, un albergo situato nel Francia centrale: una domenica mattina che le vedeva particolarmente distratte si dimenticarono la pasta brisè nella crostata alle mele, lasciando le mele e il caramello sul fondo della teglia.
Per rimediare misero sopra, a mo’ di copertura la pasta dimenticata e una volta cotta la capovolsero su un piatto dando vita alla torta rovesciata per eccellenza. Semplicissima da preparare (anche con pasta brisé confezionata, sarò clemente), è una torta dal risultato assicurato.
In queste ricetta vengono aggiunte le pere, l’uvetta e un pizzico di cannella per rendere tutto il più autunnale possibile.

Consigli per la consumazione: appena tiepida, con una pallina di gelato alla crema oppure un ciuffo di panna montata e una spolverata di cannella. Provare per credere.

Tarte tatin di pere, mele e cannella.
Tarte tatin di pere, mele e cannella

Tempo di preparazione

20 minuti

Tempo di cottura

40  minuti

Dosi per

6 persone

Occorrente

una teglia tonda diametro 22 cm

Ingredienti

un rotolo di pasta brisé
1 mela verde
1 pera williams
cannella qb

Tarte tatin di pere, mele e cannella.
Una deliziosa tarte tatin

Procedimento

Pulite e tagliate in 4 spicchi la mela e le pere.

Preparate la teglia posizionandola su un fuoco dolce, fate poi sciogliere il burro e lo zucchero.

Una volta sciolti, adagiate la frutta nella posizione che volete abbia a fine cottura e fate cuocere a fuoco dolcissimo per 10 minuti circa.

Quando saranno ben caramellate aggiungete una spolverata di cannella e coprite con la pasta brisè avendo cura di far aderire bene il bordo al fondo (sarà quello che formerà la bordura esterna della nostra torta).

Infornate a 180° forno statico per 30 minuti.

Quando la pasta sarà ben dorata toglietela dal forno e fate riposare 5 minuti.

Quando è ancora abbastanza calda rovesciatela su un piatto, appoggiandolo sulla tortiera e poi capovolgendo.

Servite tiepida con panna o gelato.

di Tamara Pallaro