3 hotel con decorazioni spettacolari

Ecco cosa significa arredare ogni dove, senza mai essere stucchevoli. Sovrapposizioni di stili, epoche e concetti contrastanti. Ambienti che trasportano in atmosfere diverse a ogni cambio di stanza e colori ovunque. E’ l’antiminimalismo chic.

Tre hotel assolutamente consigliati per nutrire gli occhi di tanta roba.

25hours Hotel. Vienna

25Hours-Hotel-Vienna-03
Atmosfere circensi per Armin Fischer

Il lavoro di interior design per 25hours Hotel è stato affidato al team di Armin Fischer.  34 suite, 185 camere, un centro benessere, sale conferenze, un ristorante e una terrazza panoramica mozzafiato dal quale si gode Vienna.

La città è sinonimo di “spettacolo”: il Ballo dell’Opera, il Prater, l’arte diffusa e il teatro. E nelle 25ore la scena è occupata da atmosfere circensi che giocano un ruolo fondamentale per i progettisti. Eclettismo e unicità creano un’atmosfera unica e rilassante, una pausa dalla vita di tutti i giorni e un’immersione in un mondo diverso, di divertimento e spettacolarizzazione. Fun, fun, fun, è l’invito dell’hotel. Il neon sul tetto dice “Come As You Are“, lo zerbino di benvenuto accoglie con “Hallo Stranger” e tanto altro.

25ora
25hours Hotel. Vienna

Le camere sono arredate con soffici tappeti su pavimenti in cemento grezzo, pesanti tende di velluto, cinque diversi murali creati in esclusiva per l’hotel che raffigurano il tema generale. I bagni rappresentano i camerini d’artista. Il design degli altri ambienti ricorda le classiche roulotte da circo. Si condividono gli spazi con opere a grandezza naturale di tigri, direttori del circo e trapezisti.
Nella zona termale di 250 mq, gli ospiti possono rilassarsi dopo aver ammirato l’enorme mosaico lungo sette metri: un mondo sommerso con una sirena realizzato dall’artista berlinese Olaf Hajek.
25 ore di attività, non stop.

25ore
Olaf Hajek 25hours Hotel

Hotel Acta Mimic, Barcellona

All’interno del labirinto di strade conosciute come il Raval e in particolare nel Barrio Chino esisteva un teatro speciale. Quest’edificio, abbandonato per anni, non era altro che un rudere decrepito e malsano. Ma la sua apparente inutilità è stata vista come possibilità di progetto per nuovo hotel. Sono state utilizzate due strategie concettuali: l’ascolto dell’anima intrinseca dell’ex teatro e i desideri della nuova futura utenza.

Lo studio di architettura Equip Xavier Claramunt ha così deciso di conservare la facciata storica, ma rivestita di una nuova pelle. Il colore e l’arte. Gli interni sono pop.

Hotel Acta Mimic, Barcellona
Hotel Acta Mimic, Barcellona
Equip Xavier Claramunt
Equip Xavier Claramunt
d3448d73-e1ba-45d9-b683-1dae57914185
I colori pop del Hotel Acta Mimic

Hotel Le Bellechasse. Parigi 

Nel bel mezzo del quartiere Faubourg Saint Germain, intriso di atmosfere aristocratiche Proustiane, sorge l’Hotel Le Bellechasse. Un luogo che rappresenta le arti, dalla letteratura alla pittura, al design, alla musica, al teatro, al cinema. Riflette e vive del genius loci. Fascino, forza ed eleganza vivono in equilibrio tra tradizione e audacia, passato e presente, di classe medio-alta e dolce vita, come lo spirito di Parigi desidera.

L’hotel rispecchia immediatamente questo concetto mostrando la fusione tra “il vecchio e il nuovo”, con un pizzico di futuro. Arredamento accogliente e carico di opulenti decori, tappeti, tendaggi e arredi studiati maniacalmente. Il colore permette di dare ritmo ai livelli di piano e distinguerli l’uno dall’altro. Altrimenti è piacevole l’invito a perdersi in un labirinto di dettagli.

87ed4824cad4466c8b414b635009a640
Un hotel nel Faubourg Saint Germain
Hotel Le Bellechasse. Parigi
Hotel Le Bellechasse. Parigi
b75e9059e3924239a962e504075409fd
Le stanze del Bellechasse
4ee38dd19da54b1a8b674ccd4ba5daaf
Decorazioni opulente a Parigi
Hotel Le Bellechasse. Parigi

di Mirella Ippolito