Alberi di natale di design? Una selezione e un'idea per il fai da te

Che sono di gusti difficili lo sapevamo già, e anche che sono piuttosto allergica al Natale e soprattutto a quello che ci sta intorno. Ma è pazzesco quanto proprio non riesca a trovare in giro (in rete) alberi di Natale che “mi piacciano”. E sì che un post sugli alberi di Natale la nostra Cattivissima me l’aveva chiesto espressamente. Niente da fare, o meglio, fuori tempo massimo per gli acquisti o per il fai da te: alla fine però una piccola carrellata di immagini è venuta fuori.

Probabilmente il mio preferito è questo tipo qua: realizzato con bottoni, foto, calamite e tanti altri piccoli oggetti, che siamo soliti avere in giro per casa (puoi anche incollarli a un pannello di cartongesso se hai paura di imbrattare la parete). Non male l’idea, vero?

Mi piace molto anche l’albero di Natale in cartoncino, semplice e di piccole dimensioni, di Cloud Gate Design LLC, azienda di design con base a Chicago e che dona una parte degli introiti alla Arbor Day Foundation per il programma Trees for America.

In cartone c’è anche quello disegnato esclusivamente per Design Museum Shop.

Un’altra soluzione che non richiede sforzi e spazi è quella dell’adesivo a muro: questo è carino ed è in vendita su Etsy.

Questo invece è ancora più economico e proprio alla portata di tutti – nonché fattibile anche a poche ore dallo scocco delle campane (fiuuuuu, la Cattivissima mi perdonerà!): un albero di Natale fatto con i post it! Troppo smart.

Sempre in tema di risparmio ed ecologia l’albero di Natale “green” di Büro North è all’80% più ecologico di un albero tradizionale, con un packaging compatto per costi di trasporto più efficienti e ridotti e diverse misure.

Poi c’è la lanterna di Natale a forma di cono disegnata da Hugon Kowalski dello studio polacco UGO architecture + design, che utilizza materiali comuni e può essere facilmente (se sei abile nel taglio e cucito!) riprodotta utilizzando il tutorial che è disponibile qui. L’effetto migliore si ottiene con temperature sotto lo zero, perché spruzzando acqua si crea un sottile strato di ghiaccio che fa molto Natale.

Girando per le piazze delle nostre città non ho visto neanche un albero di Natale con materiali di riciclo, come questi, tutti esempi provenienti dall’estero. Nemmeno quelli dei comuni: eppure sarebbe un’idea originale ed educativa per la cittadinanza oltre a far risparmiare le pubbliche amministrazioni.

E infine, il mio albero lo vuoi vedere??? Due palline illuminate ed è già Natale.

Via
Designer.it
Designboom
Apartmenttherapy.com
Alltheluckintheworld

Design blog sociale

Dtail.com

di Alessia Fabbri