Arredoterapia: come gli ambienti di casa influenzano la nostra serenità

 

Gaio Plinio il Vecchio, scrittore e filosofo romano del primo secolo d.C., già ai suoi tempi era solito affermare che “La casa è dove si trova il cuore“.
Nel corso dei tempi e ovviamente a maggior ragione nel nostro tempo moderno si è sempre più compreso come la casa, per quanto possa essere “solamente” un bene materiale, in effetti è il luogo a noi più caro, quello che è sempre pronto a darci ristoro e conforto.
Prendersi dunque cura della propria abitazione, vuol dire in qualche modo prendersi cura di sé stessi.

arredoterapia
Arredoterapia: cos’è?

Da questa convinzione nasce il concetto di arredo-terapia che, in senso generale, fa riferimento alla filosofia del “vivere bene e vivere meglio” da adottare a 360° nella nostra esistenza.

In concreto vuol dire individuare precisamente quali sono i nostri bisogni e quali potrebbero essere le soluzioni per soddisfarli al meglio anche e soprattutto all’interno dell’ambiente in cui trascorriamo buona parte della nostra esistenza.

Dopo una stressante e faticosa giornata di lavoro, una cosa è entrare in una casa ordinata, armonica ed efficiente, un’altra è rientrare in un ambiente disordinato, scomodo e con poca armonia.

arredoterapia
L’importanza dell’ordine

Bisogna quindi focalizzare che l’ambiente in cui viviamo condiziona la nostra armonia interna e deve essere fonte di emozioni e sensazioni positive.

Molti sono gli accorgimenti che si possono applicare nelle nostre case per ottenere da soli alcune migliorie immediate, dalla scelta e disposizione dei mobili, al colore delle pareti, alle più piccole rifiniture, fino alle più importanti soluzioni strutturali.

QUALI SOLUZIONE PROPONE L’ARREDOTERAPIA

1) Alleggerire gli ambienti dal superfluo e riorganizzare gli spazi a nostra disposizione in modo più efficiente.
Gestire il disordine, se ci pensiamo, significa per noi sottrarre del tempo prezioso ad attività più interessanti e magari anche rilassanti.

Sembra inoltre che il superfluo abbassi il livello energetico della casa obbligandoci a vivere peggio muovendoci nello spazio in modo poco agevole.

arredoterapia
Colori tenui per rilassarsi

2) Mente, corpo e anima devono essere messi al primo posto e di conseguenza occorre definire cosa ci piace davvero e cosa ci fa stare meglio in modo da gestire innanzitutto i colori, lo stile d’arredo, gli spazi e la scelta stessa del tipo di mobili che si vuole comprare o che si decide di lasciare in casa.

Ormai molto noti sono gli studi sui colori delle pareti più adatti al relax, allo studio, alla concentrazione e al gioco.

Il numero di mobili presenti in una stanza e la loro disposizione influisce quindi di molto sul nostro benessere quotidiano.

3) Curare in modo particolare l’ambiente dell’entrata della nostra casa che rappresenta il luogo di transizione tra l’esterno e il nostro più intimo rifugio: è questo forse uno degli spazi da curare di più.

arredoterapia
Organizzare l’ingresso

Anche in questo caso  bisognerebbe privilegiare le soluzioni “minimal” soprattutto se si dispone di piccoli spazi.

Ecco alcuni semplici accorgimenti per migliorare questo spazio così importante:

– preferire i mobili ad ante scorrevoli, di facilissimo utilizzo e garanti di un buon livello d’ordine

– sempre per ottimizzare gli spazi e renderli armoniosi, se si gode di un pianerottolo di dimensioni sufficienti lasciare li l’eventuale portaombrelli

– porre nelle vicinanze della porta una console per lasciare chiavi, cellulare e borsa e trovare un altro posto separato e ordinato per riporre la posta e i vari documenti che portiamo a casa

– una sedia o una poltroncina sarebbe la soluzione ideale per sentirsi accolti appena entrati in casa: consigliabile, quindi, collocarne una nelle vicinanze della porta di ingresso, quasi a simboleggiare un invito a rilassarsi e ad abbandonare l’abbigliamento scomodo insieme ai pensieri e alle preoccupazioni

– individuare un colore preferito e sistemare nell’ingresso un oggetto di bell’aspetto proprio di quel colore… perfetti quadri e vasi che ci accoglieranno tutti i giorni regalandoci da subito una sensazione che la nostra mente codificherà come positiva e di conseguenza rilassante… un benvenuto a cui proprio non c’è motivo di rinunciare

arredoterapia
Esempi di arredoterapia

Pronti a rivedere gli spazi a vostra disposizione, eliminando il superfluo e riordinando gli ambienti?

Tutto, se di vostro reale gradimento e utilità, servirà a donarvi serenità, protezione e armonia.

 

di Cristina Saglietti