Riciclo creativo: trasformare i libri in un'opera d'arte

Quante volte abbiamo dovute sgomberare case, svuotando intere librerie ed eliminando libri vecchi di ogni ordine e grado (si spera non gettandoli nella spazzatura)? Possiamo venderli al mercatino dell’usato o regalarli, ma possiamo anche riciclarli e trasformarli in qualcosa di nuovo. Persino un’opera d’arte.

Il londinese Jonathan Callan, per esempio, crea strutture amorfe tenendo uniti i libri con dei grossi chiodi.

Matej Krén crea vere e proprie installazioni con i libri, ospitate all’interno di spazi museali come questa al Centro de Arte Moderna – Foundation Calouste Gulbenkian di Lisbona.

Wim Botha scolpisce i libri, e non è l’unico…

Lo fa anche Brian Dettmer, che opera un vero e proprio lavoro di intaglio a partire dal singolo libro…

O Guy Laramee, che unisce più libri.

Anche il nostro Maurizio Cattelan si è cimentato nell’arte di ridare un senso ai libri con il suo “Oh Mariana, Mariana, Mariana”:

Bisogna masticare un po’ l’inglese per apprezzare la “Reader’s Digest
di Robert The…

…o la sua “Britannica Book Broom“.

Jacqueline Rush Lee crea invece forme organiche con libri che sono prima bagnati, quindi asciugati e pressati insieme.

L’installazione di Alicia Martin alla Galleria Galica non ha bisogno di commenti.

I libri possono trovare spazio anche nell’arredamento, come in questo bancone di TU Delft

In questa parete di Elding Oscarson

O nella colonna che si allunga per ben tre piani al centro della scala del Ford’s Theatre Center for Education and Leadership di Washington.

Oppure potete ingegnarvi per creare ottimi complementi d’arredo, come questi vasi di Laura Cahill, che inserisce un vaso in vetro al centro del libro.

Via InspirationGreen.com.

di Alessia Fabbri