Com'eravamo: fotoricordi mai così imbarazzanti

Guardiamo tutti indietro con malinconia. Ma se guardiamo bene, nel dettaglio di qualche vecchia foto magari, in cui siamo ritratti con quei brufoli insolenti che assediavano il nostro viso, l’apparecchio ai denti e la capigliatura improbabile che ci imbastivano le nostre madri e i nostri parrucchieri (cioè quelli delle nostre madri), in fondo in fondo quel che proviamo spesso è una sensazione di imbarazzo, e di sollievo per “avercela fatta”, in qualche modo.

Ci ha pensato Merilee Allred, iniziando lei stessa con la propria immagine quello che sarebbe diventato l’Awkward Years Project. D’altronde, chi può dirsi immune dal fenomeno? Mostrare quanto gli anni della gioventù, spesso in verità terribili, possano essere brillantemente superati può dare fiducia alle generazioni più giovani, alle vittime di bullismo e a chi ha scarsa autostima. E se ci facessimo una foto anche noi, con in mano l’immagine più sconvolgente che possiamo ritrovare nei nostri archivi? Tag: rigorosamente #comeravamo e #AwkwardYears!

di Alessia Fabbri