DIY: un quadro di origami

Ori, piegare e Kami, carta.
Con il termine origami si intende l’arte di piegare la carta, un’espressione delicata dell’essenza dell’estetica giapponese.

La forma della carta, nella sua complessità e fragilità, è simbolo del tempio shintoista che viene ricostruito sempre uguale ogni vent’anni e la sua bellezza non risiede nel foglio di carta stesso, ma nel ciclo vitale. Alla “morte” del supporto, la forma viene ricreata, così da rinascere all’infinito.

Tecnica antichissima, gioco per grandi e bambini, arte che fa bene alla salute.
Purtroppo o per fortuna, tutto può diventare decorazione e Coco Sato crea bellissimi origami piccoli e giganti per workshop e installazioni pubbliche. Sul sito mostra anche questo delizioso origami wall display che incorniciato diventa un suggestivo quadro fai-da-te.

Photography by Brighton and London photographer Emma Gutteridge
Origami

 

Difficoltà:

Media

Budget:

Circa 30 euro

Tempo di realizzazione:

Circa 3 ore

Materiali:

– Carta per Origami o pezzi di carta riciclata. In questo tutorial sono stati usati circa 100 fogli, ma si può iniziare con una quantità inferiore.
– Foglio di cartoncino (dimensione A2)
– Colla per carta
– Taglierino a bisturi
– Righello
– Pennello per colla
– Cornice

Preparazione:

Photography by Brighton and London photographer Emma Gutteridge
Procedimento

 

Taglia la forma del cartone di supporto per adattarlo alla dimensione della cornice.

Piega la carta e crea origami modulari di identica dimensione.

Istruzioni step-by-step nei video in stop-motion.

Per l’assemblaggio degli origami si procede attaccando i primi tre moduli per creare una piramide. Si continua così e si ottiene una forma esagonale, con sei piramidi.

Photography by Brighton and London photographer Emma Gutteridge
Origami

 

Photography by Brighton and London photographer Emma Gutteridge
Origami

 

Il processo si ripete fino a riempire tutta la superficie dl cartone.

Esperimenti cromatici ovviamente sono ben graditi.

L’effetto è magico e il gioco è rilassante.

Adesso ruota con attenzione l’intera struttura a testa in giù.

Applica con il pennello la colla vinilica su tutti i bordi.

Rigira il tutto di nuovo e applicalo sul cartone di base, ripulendo le sbavature di colla residue.

Photography by Brighton and London photographer Emma Gutteridge
Origami

 

 

Photography by Brighton and London photographer Emma Gutteridge
Origami

 

Il tempo di essiccazione è di circa un paio d’ore.

Incornicia la tua opera e le jeux sont fait!

Photography by Brighton and London photographer Emma Gutteridge
Origami

 

Design Sponge tutorial
@Emma Gutteridge Photography

di Mirella Ippolito