Il design ecologico: il mobile è di cartone

In linea con l’imprescindibile esigenza di essere attenti all’ecosostenibilità dei prodotti e al rispetto dell’ambiente, diversi designer ripensano la progettazione rivalutando materiali poveri ed ecocompatibili come il cartone, riuscendo a creare soluzioni di design originali, divertenti e assolutamente nuove.

Due studi italiani hanno realizzato collezioni davvero “green” utilizzando il cartone per creare arredi resistenti, eccentrici e completamente riciclabili!

B-Trade ha avviato una produzione di oggetti, lampade, complementi d’arredo giocando con le forme, le texture e la leggerezza del cartone e degli altri materiali naturali utilizzati, come legno e linoleum.

La libreria Farnia disegnata da Francesco Paretti è originalissima e divertente nella forma: un albero di cartone rivestito in linoleum con base in legno, nella cui chioma trovano posto libri e oggetti come frutti colorati, rappresenta alla perfezione l’unione dell’amore per la natura e per il design.

B-Trade Libreria Farnia
B-Trade Libreria Farnia

La seduta Ragtime progettata dallo studio tecnico B-Trade, rivisita le forme classiche della poltrona con linee semplici e morbide. Realizzata in multistrato di cartone è ergonomica e robusta pur giocando con la leggerezza della texture del materiale.

B-Trade Poltrona Ragtime
B-Trade Poltrona Ragtime
B-Trade Tavolino Primo
B-Trade Tavolino Primo
B-Trade Lampada Baco
B-Trade Lampada Baco
B-Trade Lampada Deda
B-Trade Lampada Deda

Lessmore presenta la collezione Ecodesign, disegnata dall’architetto Giorgio Caporaso, costituita da sedie, tavoli, tavolini, chaise-longue, librerie e complementi. Arredi attenti alle forme ma funzionali, resistenti e totalmente smaltibili perché realizzati prevalentemente in cartone ondulato.

Lessmore collezione Ecodesign. Sedia Less
Lessmore collezione Ecodesign. Sedia Less
Lessmore collezione Ecodesign. Libreria Mattoni
Lessmore collezione Ecodesign. Libreria Mattoni

Caporaso si è spinto oltre e ha valorizzato alcuni elementi della divertente serie Ecodesign attraverso la commistione con il “moss design” ovvero attraverso l’innesto di un muschio particolare che resiste a lungo
e non ha bisogno di particolare manutenzione. Il risultato è sorprendente e davvero originale, come dimostrano il tavolino Tappo e il tavolo Clessidra, che in questa versione, portano nelle nostre case un po’ di natura.

Lessmore collezione Ecodesign.Tavolo Clessidra
Lessmore collezione Ecodesign.Tavolo Clessidra
Lessmore collezione Ecodesign. Tavolino Tappo
Lessmore collezione Ecodesign. Tavolino Tappo
Lessmore collezione Ecodesign. Tavolino Tappo
Lessmore collezione Ecodesign. Tavolino Tappo

Il tavolino Tappo è anche il simbolo di una progettazione intelligente e sensibile anche alla salubrità dell’ambiante in cui viviamo: è infatti il frutto della collaborazione tra l’azienda e un team di ricerca del Politecnico di Milano grazie alla quale al tavolino è stato integrato un filtro in cartone in grado di “depurare” l’ambiente in cui viene collocato.

Lessmore sarà presente ad aprile al circuito FuriSalone.

di Marianna