Quando l'artigianalità diviene arte: i gioielli in movimento di Fernando Betto

Quando nelle mani dell’artigiano i materiali si piegano e si fondono mixandosi tra loro ecco che possono nascere gioielli “cinetici”, in movimento, mai uguali a sè stessi. Succede quando a crearli è Fernando Betto di Officina d’Arte, orafo autodidatta di Padova, che dell’artigianalità ha fatto un arte.

I suoi gioielli, interamente fatti a mano, prendono in prestito materiali nobili e poveri, accostandoli e piegandoli in forme inusuali e imprevedibili. La passione di Fernando Betto sono i metalli, che gli consentono di sbizzarrirsi nelle forme e di creare le basi per la cinesi di anelli, spille, ciondoli. L’affiancamento di questi a materiali plastici rende calda la freddezza del metallo, o ne accentua il calore naturale quando si tratta di rame e ottone.

Non male eh? Se vuoi lasciarti andare alla tentazione puoi passare a trovare Fernando nella sua officina d’arte nel centro storico di Padova, oppure acquistare le sue meraviglie direttamente online nel suo Blomming Shop.

E se il movimento ti fa venire la nausea goditi questi bellissimi anelli in argento realizzati con la tecnica della fusione in lastra, con laminazione a spessore e saldatura a cannello. Come gli altri ovviamente anche questi sono realizzati a mano, unici e irripetibili!

di Alessia Fabbri