Gioielli Lotocoho: bellezza geometrica

Ho scoperto di recente di avere una certa passione per i gioielli geometrici (vedi qui e qui!) e anche oggi sono rimasta folgorata: si tratta in questo caso di Lotocoho, brand creativo che trasforma segni che rappresentano territori in simboli, passando attraverso la geometria euclidea e di Thiessen. Con aggiustamenti ergonomici e di scala le forme che rappresentano paesaggi decontestualizzati, montagne, rocce, assumono un profilo adatto alla figura umana. “Ergonomic Territories” è una collezione basata sulla geologia e lo studio del paesaggio, un linguaggio contemporaneo che racconta la relazione tra natura e mondo astratto e artificiale.

La proposta di Anna Tomich e Jorge López Conde, americana lei, spagnolo lui, è di “rendere visibili i costrutti geometrici che delimitano la cultura”. I due vogliono creare uno spazio che genera memoria attraverso la reminiscenza guidata da percezioni distinte, né arbitrarie, né indeterminate, né oggettive. L’obiettivo è quello di creare un oggetto simbolico, dove il simbolo racchiude diverse influenze che contribuiscono in misura variabile a generare un paesaggio.

Nascono così anelli, spille, fibule, braccialetti e altri “elementi che integrano l’anatomia”: questi preziosi sono venduti in poche prestigiose boutique in giro per il mondo (in Italia al negozio di LuisaViaRoma di Firenze) e possono contare tra i propri “testimonial” celebrità del calibro di Marina Abramovic.

di Alessia Fabbri