Gli abbinamenti di colore vincenti per la tua casa

“Tutto e il contrario di tutto”… e una sola regola: “la tua casa parla della tua storia… fai sì che ti rappresenti al meglio”. La casa è il luogo dove passiamo gran parte del nostro tempo, è il nostro nido e quell’angolo di mondo che ci accoglierà sempre, sia quando siamo stanchi e tristi, sia quando stiamo vivendo i momenti più belli della nostra vita…la casa è e parla di noi.

Ecco che quando dobbiamo decidere come tinteggiare le pareti di casa, non dovremmo mai scegliere con poca cura o banalizzare quello che si sta per fare, anzi, sarebbe meglio ragionare, fare delle valutazioni puntuali, pensare a cosa ci piace di più e ai colori che meglio esprimono il nostro modo di essere. Ma da dove partire per fare un buon lavoro?

E’ sicuramente vero che oggi non è più come una volta, che il concetto di “regola” è spesso piuttosto demodé e che ognuno, almeno nelle questioni di “gusto ed espressione personale“, può e deve tranquillamente fare come vuole seguendo le proprie preferenze, ma è anche vero che in fatto di colori, così come nella moda, quando ci vestiamo e scegliamo gli accostamenti più adeguati per un look vincente, allo stesso modo in casa, quando dobbiamo scegliere come tinteggiare le nostre pareti, dobbiamo metterci un po’ di buon gusto e di criterio.

Questo discorso è piuttosto delicato dato che ognuno a casa propria e dei propri gusti deve fare ciò che più desidera: oggi la moda e il “gusto” in generale propongono spesso abbinamenti stravaganti, del tutto dissonanti eppure molto accattivanti e interessanti, tanto che anche i colori  all’apparenza assolutamente incompatibili, se abbinati con gusto e con una certa arte, possono diventare delle combinazioni vincenti.

E’ difficile quindi proporre delle linee guida da seguire se si vuole imbiancare casa per dargli un aspetto nuovo: resta il fatto che per la questione colori, soprattutto in questo ambito, esistano delle regole di “buon senso” che quando non sono rispettate, finiscono per portare a dei risultati ben diversi dalle aspettative iniziali.

combinazioni-colori-per-casa
Come abbinare i colori in casa

Le considerazioni da fare quando si imbiancano le pareti di casa

Se decidiamo per un giorno di vestirci usando accostamenti strani che poi non ci convincono, al più ci pentiremo e il giorno dopo cambieremo stile, se dipingiamo spendendo tempo e denaro tutte le pareti di casa del colore sbagliato, sarà più problematico e oneroso correggere la scelta.

I colori che utilizziamo determinano lo stile della casa, creano l’atmosfera che la caratterizzerà ogni giorno e sono pronti a parlare di noi sempre, a noi, quando siamo in casa, e agli altri che ci vengono a trovare. La questione colori è quindi fondamentale: da rispettare in assoluto il concetto di gusto personale nel momento in cui si fanno scelte pensate e motivate da un ragionamento che per essere fatto ha bisogno di conoscenze base come queste…

1- esposizione al sole della casa: se la casa è poco illuminata i colori scuri andrebbero evitati altrimenti finirete per non vedere mai nulla e sarete costretti a giocare con un’illuminazione molto forte che finisce per annoiare e creare disagio. Se proprio volete optate per il colore scuro in un’unica camera e dosatevi meglio nelle altre.

2-  dimensione degli ambienti: una questione non opinabile è il fatto che i colori chiari fanno sembrare la stanza più grande e quelli scuri più piccola, con qualche eccezione per il bagno che spesso anche se piccolo può stare molto bene se dipinto con tonalità molto scure ed eleganti, per il resto tendenzialmente è consigliabile per le stanze di casa di piccole dimensioni optare per colori tenui, puntando su quelli scuri per le stanze di dimensioni maggiori.

3-  tipo di arredamento: se esiste già un arredamento occorre tenerlo in considerazione richiamando i suoi colori o cercando di creare contrasti interessanti.

I giochi di colore partendo dalle pareti bianche

Il bianco è un colore intramontabile che non passa mai di moda, ma chi lo dice che dobbiamo intenderlo e declinarlo nel modo classico? L’importante è giocare con il colore: poco importa se le pareti sono bianche, possiamo creare particolari sui muri inventando contrasti importanti oppure possiamo optare per il total white delle pareti puntando l’attenzione sui complementi d’arredo colorati e sgargianti.

I risultati migliori da un punto di vista estetico si ottengono osando un po’: pareti bianche…particolari eccentrici. Un consiglio? Optate per le pareti bianche quando la casa è di modeste dimensioni, vi aiuterà a far sembrare i vostri spazi più ampi e ariosi.

Partendo dal rosa… dove si andrà a finire?

C’è chi vi consiglierebbe di non usare mai il rosa in casa perché finirebbe per annoiarvi a morte; c’è chi vi direbbe che con il rosa va bene solo il verdino, l’azzurrino e il giallino; c’è chi dice che si potrebbe osare con il grigio, ma solo se chiaro; chi si spinge oltre e prova con un grigione scuro… io per esempio mescolerei molte di queste verità per creare la mia e voi? Cosa abbinereste al rosa?

E con il grigio cosa si potrebbe abbinare?

Il grigio alle pareti? Ma no, è troppo scuro! Chi può dire che questa affermazione sia vera o falsa… va a gusti! Il grigio a dire il vero è diventato un colore di tendenza in tutte le sue varianti calde e fredde, si accosta facilmente all’arredamento moderno e si abbina a colori vivi come il rosa, l’azzurro e il verde, ma non solo.

Con il grigio potete inventarvi di tutto di più: potete utilizzarlo nella sua declinazione più chiara e abbinarlo a colori chiari, ma anche a colori vivaci. Potete scegliere un grigio scurissimo e abbinarlo a un colore altrettanto scuro: se riuscite a farlo bene il risultato sarà elegantissimo. Potete anche giocare facile e utilizzare il grigio con il bianco: cercate allora delle geometrie differenti che caratterizzino al meglio la vostra scelta. Potete poi optare per un grigio assoluto senza spezzarlo con altri colori alle pareti, in questo caso occorre giocare con i complementi d’arredo, almeno alcuni di questi dovranno essere molto chiari.

Il verde acceso o tenue?

E del verde cosa diciamo? Lo usiamo oppure è troppo complicato?

Il verde di certo non è un colore facilissimo ne da abbinare ne da “sopportare”, a volte potrebbe stufare un po’ con l’andar del tempo, occorre quindi maneggiarlo con cura ammesso che non se ne sia davvero innamorati. Il verde sta molto bene a contrasto con il bianco sia nelle sue tonalità più chiare che in quelle più intense: il verde però sta anche bene se abbinato a contrasto con il giallo e con il rosa chiaro o acceso e ancora, completamente all’opposto se accostato a colori tenui soprattutto se utilizziamo quelle tonalità non sgargianti che spesso si confondono con il grigio.

Se mi piacesse il giallo e volessi utilizzarlo per le pareti?

Il giallo è impegnativo: potrà piacervi, ma è senza dubbio da usare con parsimonia: pensare a una parete completamente gialla non è impossibile ma forse sarebbe meglio (tutta questione di gusti) pensarlo come colore del soffitto con i giusti accorgimenti. Il giallo però è senza dubbio un colore che aiuta a creare contrasti interessanti: con il blu, con il verdone, con il rosa e con il grigio è perfetto.

Non è detto che per essere protagonista debba per forza di cose essere sulle pareti: usatelo in tanti modi differenti…le combinazioni sono infinite!

E del blu… cosa diciamo?

Del blu diciamo che è un bellissimo colore e che se utilizzato bene da risultati eleganti e molto moderni: perfetto alle pareti in tutte le sue declinazioni e perfetto se utilizzato per creare contrasti.

Non bellissimo (forse) per un total blue che finirebbe per annoiare e spegnere un po’ l’ambiente: ha sicuramente bisogno di altri colori per rendere al meglio… in quale versione lo preferite?

Ho pensato all’arancione come colore per la casa

Concludiamo il nostro viaggio nel colore con un altro protagonista non facilissimo: l’arancione. Anche lui deve essere abbinato, messo a contrasto e utilizzato con cautela per quanto riesca sempre a dare un effetto molto convincente. Attenzione a non annoiarvi però: è davvero un protagonista di carattere!

Quale la morale?

La morale è che all’apparenza non ci sono grandi regole da rispettare, ma solo tanta creatività da valorizzare. Ricordatevi però che è sempre consigliato individuare un colore cardine base al quale accostare il resto delle colorazioni dando vita dove possibile a una sorta di fil rouge tra tutti gli ambienti: il colore delle pareti costituisce indicativamente il 60% delle tonalità presenti nella stanza, sceglietelo con attenzione e cura!

 

di Cristina Saglietti