Miior: per una postura corretta davanti allo specchio

Domanda #1. Avete mal di schiena? Domanda #2. Quante ore, o mezz’ore, passate ogni giorno davanti allo specchio? Fine del questionario. Se c’è un problema credo lo sappiate da sole, e il problema temo sia molto diffuso (chissà se ce lo aveva anche la regina malvagia di “Biancaneve e i sette nani”).

Orbene, c’è chi si è inventato una soluzione al problema tutto femminile: Miior, società polacca fondata da due fratelli (quindi maschi a tutti gli effetti), ha di recente lanciato una collezione di specchi che si staccano dalla parete per venire incontro alle vostre esigenze. Basta piegarsi sopra al lavandino, allungarsi in punta di piedi, ripiegare sullo specchio all’ingresso che è più luminoso.
Tutti rigorosamente brevettati (per la precisione è il meccanismo “axio-link a essere brevettato), i tre specchi della collezione, in vendita sul sito di Miior, sono muniti di luce a LED e mantengono inalterata forma e dimensioni con il movimento, che si adatta alla persona, senza che questa debba adattarsi allo specchio.

ELLA è stato disegnato con un tocco di femminilità.

AL è il maschio del gruppo.

DOT è un design moderno (per gli indecisi tra cerchio e quadrato).

Oppure, risolvete il problema adottando un look nature!

di Alessia Fabbri