I caschi da bicicletta invisibili di Hövding: design e tecnologia per la sicurezza su due ruote

Il casco invisibile di Hovding
Il casco invisibile di Hovding

Non si contano più ormai i movimenti popolari, le bicifestazioni e i gruppi spontanei in difesa del diritto alla sicurezza dei ciclisti sulle strade italiane, di cui #salvaciclisti è l’ultima e forse la più forte iniziativa sperimentata fino ad ora in Italia. Ce la farà il nostro vecchio Paese a rendere il proprio territorio sicuro per chi vuole lasciare l’auto a casa e spostarsi pedalando su due ruote, con tutto ciò che ne consegue? Speriamo di sì. Nel frattempo, in questa nuova epoca in cui è molto più cool farsi vedere in giro bicicletta che non in Ferrari (e meno male, vero) nascono sempre più spesso nuovi trend legati alle due ruote e accessori che coniugano moda e tecnologia. Come i caschi invisibili di Hövding, che “compaiono” solo al momento dell’impatto.

Il casco invisibile di Hovding
Il casco invisibile di Hovding

Il progetto nasce da lontano, e precisamente dal lavoro di tesi di master di Anna Haupt e Terese Alstin, nel 2005, in cui a seguito dell’entrata in vigore dell’obbligo del casco da bicicletta in Svezia per i bambini e nella prospettiva di una legge analoga per gli adulti le due indagarono il motivo per cui i ciclisti urbani sceglievano di non indossare un casco. I risultati di questo sondaggio fecero capire che il casco che le due designer dovevano progettare avrebbe dovuto essere invisibile (non oso immaginare quali sarebbero i risultati su una popolazione così attenta alla moda come quella italiana).

Dalla ricerca alla produzione sono trascorsi sette anni e oggi con il loro marchio Hödving presentano finalmente il loro casco invisibile: un collare di tessuto in cui è inserito un airbag che si gonfia coprendo completamente la testa del ciclista al momento dell’impatto. E per chi avesse dubbi circa l’efficacia, i risultati dei test hanno dimostrato che la capacità di assorbimento d’urto dell’airbag è di molto superiore a quella della schiuma polimerica di cui sono foderati i caschi da bicicletta tradizionali.

Non guasta affatto poi che, lungi dall’essere un accessorio tecnico-sportivo privo di qualsiasi pregio estetico, il casco di Hödving ha diverse fantasie di fodere in tessuto estraibili che possono essere sostituite in base al clima e allo stile. Per aggiungere un tocco di stile senza rinunciare alla sicurezza.

Il casco invisibile di Hovding
Il casco invisibile di Hovding
Il casco invisibile di Hovding
Il casco invisibile di Hovding
Il casco invisibile di Hovding
Il casco invisibile di Hovding

di Alessia Fabbri