I vecchi mobili Ikea potrebbero valere una fortuna

Ikea ci ha abituato bene, proponendo sempre collezioni di mobili in vendita a prezzi low cost: tutti possiamo arredare casa con uno stile unico, moderno, contemporaneo, senza dover spendere una fortuna. Attenzione, però, perché i prezzi potrebbero non essere così alla portata di tutti, se al posto di scegliere recenti mobili del brand scandinavo si vanno ad acquistare i pezzi storici firmati Ikea. I mobili delle vecchie collezioni Ikea, infatti, hanno prezzi davvero esorbitanti, perché sono diventati pezzi d’arredamento vintage, quindi esclusivi.

Secondo quanto riportato dall’Evening Standard, ultimamente va di moda “riesumare” alcuni mobili delle prime collezioni del marchio di design svedese, che vengono venduti a prezzi decisamente altissimi, soprattutto se si considera il listino prezzi classico del brand di arredamento scandinavo.

A lanciare questa moda, abbastanza costosa, è stato Barnebys, che ha registrato vendite a prezzi molto più alti rispetto a quelli originali dei vecchi mobili di Ikea: si tratta solitamente di pezzi “rari”, magari prodotti per poco tempo e poi mandati fuori produzione perché all’epoca non avevano incontrato il gusto dei clienti Ikea oppure di mobili realizzati in collaborazione con grandi designer.

Ad esempio, la sedia fungo del 1944 viene venduta oggi a 50mila sterline al pezzo, una cifra allucinante se si pensa ai classici prezzi dei mobili firmati da Ikea. Le sedute in pelle di Karen Mobring, disegnate per il brand, si possono comprare oggi a 900 sterline l’una, mentre un set di sedie colorate da montare dei primi anni Novanta costano 700 sterline.

Altro che low cost: tenetevi stretti i vostri mobili Ikea e trattateli bene, magari tra qualche decennio varranno una fortuna!

di Redazione