Ikea compra i vostri mobili usati

Alzi la mano chi ha almeno un mobile Ikea in casa. Siamo certi che tutte le mani saranno sollevate in questo momento e non stentiamo a credere al perché: il marchio scandinavo low cost ha rivoluzionato il mondo del design e dell’arredamento, proponendo bei mobili dallo stile moderno a un prezzo democratico, così arredare casa è possibile a tutti, anche a chi ha un budget decisamente risicato. Spesso Ikea ci fa dei regali inaspettati, come l’ultimo in ordine di tempo: lo sapete che se riportate indietro i vecchi mobili usati, l’azienda vi paga?

Capita di avere in casa dei mobili Ikea che non usiamo più o che non vanno più bene con l’arredamento che magari abbiamo comprato nel corso del tempo. Oppure erano mobili destinati alla cameretta dei bambini che nel frattempo sono cresciuti e non hanno più bisogno di quel mobilio. Se finora questi mobili o finivano in soffitta o in vendita online, ecco che ora possono essere riportati indietro.

Ikea lancia il progetto Second Life, almeno al momento nel punto vendita svizzero di Spreitenbach. Qui i mobili Ikea vengono letteralmente rottamati: da gennaio 2018 in questo negozio si potranno portare indietro i vecchi mobili usati e si riceverà in cambio uno buono da spendere, un voucher che potremo sfruttare sempre nei negozi Ikea.

Per tre mesi ricompreremo la vostra credenza, l’armadio, il divano, la cassettiera o il tavolo di seconda mano. Il prezzo? Potrebbe anche arrivare al 60% di quanto si è pagato. Tutto dipende da quanto sono tenuti bene“.

Si userà lo stesso sistema usato, ad esempio, da H&M e altri brand di moda, come anche Intimissimi, che in cambio di vecchi abiti propongono voucher e buoni, che possono poi esser usati per acquistare nuovi monili.

L’usato sarà poi rivenduto, così da coprire i costi del servizio. Se l’esperimento dovesse funzionare in Svizzera, magari presto potrebbe arrivare anche da noi: trattiamo bene i nostri mobili Ikea!

di Redazione