Il design anni '90 visto attraverso i film

Negli anni ’90 frequentavo il liceo e la musica era parte essenziale della mia vita. In quegli anni il britpop nato dalla scena underground inglese, il “Seattle sound” dei gruppi grunge, o il loser per antonomasia Beck rielaborarono elementi dei decenni precedenti in chiave diversa e li riproposero attraverso nuovi sound.

Possiamo dire che questo stile influenzò anche il gusto nell’arredamento, caratterizzato da una certa tendenza a mescolare elementi diversi, vecchio e nuovo, pezzi di design e oggetti da mercato delle pulci.
Ecco un paio di film dove il legame tra musica e stile è piuttosto forte e alcune serie tv davvero popolari per trovare gli elementi comuni dello stile anni ’90. Scommetto che tutte noi abbiamo seguito le vicende dei quattro Giovani, carini e disoccupati, film del 1994 con Winona Ryder e Ethan Hawke. L’appartamento dove vive Lelaina, alias Winona, è pieno di elementi vintage, come il tavolo anni ’50 e la carta da parati, con un tocco di colore, vedi i cuscini etnici di cotone. Elemento centrale il divano, largo, comodo, un po’ fuori moda.

Giovani Carini e Disoccupati. La casa di Lelaina
Giovani Carini e Disoccupati. La casa di Lelaina
Giovani Carini e Disoccupati. La casa di Lelaina
Giovani Carini e Disoccupati. La casa di Lelaina
Giovani Carini e Disoccupati. La casa di Lelaina
Giovani Carini e Disoccupati. La casa di Lelaina

Singles, l’amore è un gioco uscì nel 1992 e, ambientato proprio a Seattle, fondeva le vicende sentimentali dei protagonisti con la nascente scena musicale grunge, anche per la presenza dei Pearl Jam nel ruolo della band del personaggio interpretato da Matt Dillon. La musica nel film domina anche nello stile degli appartamenti dei protagonisti: Matt Dillon tappezza le pareti di volantini e immagini di icone rock e si circonda di oggetti disparati provenienti da chissà quale mercatino. Immancabile il divano, comodo e dai colori caldi. La casa di Campbell Scott è invece piena di libri e vinili ma la poltrona è decisamente larga e avvolgente.

Singles. L'amore è un gioco. La casa di Cliff
Singles. L'amore è un gioco. La casa di Cliff
Singles. L'amore è un gioco. La casa di Steve
Singles. L'amore è un gioco. La casa di Steve

Chi non ha seguito per anni le divertenti vicende degli amici di Friends? La casa di Monica e Rachel è la somma dello stile anni ’90: pareti colorate, tappeto floreale, quel mix tra vintage e moderno così caratteristico. Anche l’indimenticabile caffè Central Perk conferma la regola del divano – comodo e “vissuto” – e il gusto per le fantasie grandi e vivaci nelle tappezzerie, i tappeti etnici, un collage colorato di stili di epoche diverse.

Friends. La casa di Monica
Friends. La casa di Monica
Friends. La casa di Monica
Friends. La casa di Monica
Friends. Central Perk
Friends. Central Perk

Personalmente non sono una fan della serie ma senz’altro molte di voi conoscono bene l’appartamento newyorchese di Carrie Bradshaws, di Sex and the City. Lo stile è senz’altro più sofisticato ma anche qui troviamo una cucina vintage verniciata, mobili di design e un mix di stili diversi, fantasie floreali e la passione per l’oggetto unico: un bel tappeto kilim in camera da letto.

Sex and the City. La cucina di Carrie Bradshaw
Sex and the City. La cucina di Carrie Bradshaw
Sex and the City. La camera da letto di Carrie Bradshaw
Sex and the City. La camera da letto di Carrie Bradshaw

Ikea doveva ancora arrivare e ogni casa era diversa…

Foto da:
blog.obravip.com,
hentertainthis.usatoday.com,
seaseight.blogspot.it,
flickfacts.com,
fashiongrunge.com,
wheniwasawriter.wordpress.com

di Marianna