Bigodino

martedì, 29 luglio 00:30
Seguici su

Il fascino discreto delle mappe (strane)

Il fascino discreto delle mappe (strane)

Dalla cartografia artistica alla rappresentazione grafica di intuizioni e studi, le mappe sono un mondo tutto da esplorare

di Alessia Fabbri

Tempo di vacanze: tempo di itinerari, nuove strade, mappe da seguire. Mappe che possono essere estremamente varie, prestandosi a innumerevoli espressioni che variano a seconda dei punti di vista. Quanto fascino in queste rappresentazioni simboliche della realtà!

Ormai famosa è quella di Palomar delle principali città europee, che si accartoccia e mette in tasca come viene viene, e ciao ciao alle pieghe a cui bisogna sempre stare attenti. Sul sito sono in saldo fino al 31 agosto per chi è in vena di shopping.

Crumbled Map di Palomar
Crumbled Map di Palomar

A chi non vuole rinunciare alla carta ma ha ormai mappe mentali basate sul touchscreen ha pensato Map2, mappa zoommabile su carta: un’invenzione intelligente che contiene mappe sempre più dettagliate sotto le pieghe della carta.

Map2
Map2

Se gli atlanti vi sembrano fin troppo prevedibili e siete attratti dalle mappe strane – reali o di fantasia – potrete curiosare sul blog americano Strange Maps, che sino ad ora ne ha raccolte oltre 500. L’autore stesso, Frank Jacobs, è autore di una mappa piuttosto curiosa che ha rinominato ogni stato USA con il nome di un altro stato di Pil equivalente.

US States Renamed For Countries With Similar GDP
US States Renamed For Countries With Similar GDP

Tra le strane mappe scovate da Jacobs c’è ad esempio questa sulla mobilità infantile, basata su uno studio chiamato “One False Move” e mostra attraverso l’esempio di quattro generazioni di una famiglia inglese come l’abitudine infantile di gironzolare liberamente sia drasticamente cambiata nel corso dell’ultimo secolo.

Mappa sulla mobilità infantile
Mappa sulla mobilità infantile

Parlando di mobilità il GPS sta aprendo la strada a innumerevoli sperimentazioni nel mondo della mappatura. Michael Wallace, artista di Baltimora, usa la bicicletta come pennello, e la città come tela. Con la tecnologia Wallace riesce infatti a memorizzare sulla mappa la traccia dei suoi spostamenti in bicicletta: un’attività che combina attività sportiva e fantasia.

GPX images di Michael Wallace
GPX images di Michael Wallace

Alcune mappe ci attraggono per la loro complessità, altre per la loro semplicità. Ad esempio questa, basata sui dati dell’Encyclopaedia Metallum, rappresenta la distribuzione di band heavy metal nel mondo: più chiara di così!

Mappa della distribuzione di band heavy metal nel mondo
Mappa della distribuzione di band heavy metal nel mondo

Infine, se siete appassionati di cinema e volete tentare di vincere la Film Map di Dorothy con una toponomastica d’invenzione basata sui nomi di celebri film partecipate al concorso di Dezeen!

Film Map di Dorothy
Film Map di Dorothy

A tutti, buon viaggio nella fantasia!