Diogene di Renzo Piano: la filosofia di una micro-casa

Una micro-casa di 2,5 metri per 3 m, completamente green e autonoma energeticamente.
Nel Vitra Campus a Weil am Rhein nei pressi di Basilea, Renzo Piano presenta il suo progetto: Diogene, insieme ad altri prototipi di abitazioni autosufficienti a livello energetico progettate da alcuni dei maggiori studi di architettura del mondo (Herzog & de Meuron, Álvaro Siza, Zaha Hadid, Tadao Ando).

Diogene
Diogene

La piccola abitazione è stata battezzata Diogene, in omaggio al grande filosofo greco che viveva in una botte per scappare dal lusso moderno.
La cabina è trasportabile ovunque in quanto scollegata dalle reti locali e può contare su un impianto fotovoltaico, su un impianto solare termico e su un serbatoio per raccogliere l’acqua piovana.

Il Vitra Campus e Diogene
Il Vitra Campus e Diogene

Il prototipo è davvero molto semplice nel design, ma complesso nella struttura.
Diogene è realizzata in legno di cedro e rivestita di alluminio.
Celle e moduli fotovoltaici, un gabinetto biologico, una ventilazione naturale, un serbatoio di acqua piovana e tripli vetri sono tra gli elementi tecnologici che la rendono autosufficiente.

Dentro Diogene
Dentro Diogene

All’interno la cabina offre tutti i comfort: un divano letto, una scrivania, un box cucina, una doccia e un wc.

Dentro Diogene
Dentro Diogene

Diogene non è un capriccio d’architetto, come spiega lo stesso Piano, è un’esperimento necessario che può essere utilizzato in molti modi. Quando smetterà i panni di prototipo in esposizione, la casa potrà essere usata come luogo di villeggiatura compatto e trasportabile oppure nelle situazioni di emergenza come i terremoti.

Traslocare Diogene
Traslocare Diogene

La carico su un camion e la porto con me in montagna per le ferie di questo torrido agosto!

di Mirella Ippolito