Il ritorno del Tie and Dye

 

Il tie and dye è una tecnica di tintura del tessuto basata sulla legatura o l’annodatura della stoffa prima di essere immersa nel bagno di colore. Significa infatti “lega e tingi” e gli effetti di colore liberi e un po’ imprevedibili hanno caratterizzato lo stile hippie degli anni Sessanta e Settanta.
Indimenticabile una sorridente Janis Joplin nella sua camicia tie and dye, tra collane e piume rosa, sulla copertina dell’album “Pearl”.

Nella tecnica del tie and dye  alcune aree di tessuto vengono legate secondo il motivo che si vuole realizzare. Infatti è possibile determinare l’effetto decorativo usando diversi tipi di nodi e legature col filo per ottenere le tipiche sfumature attorno ai disegni.

PicMonkey Collage
Armonie di sfumature per il soggiorno

Oggi che lo stile bohemien è tornato di moda non solo nell’abbigliamento, possiamo rinnovare l’aspetto della casa introducendo alcuni elementi in tessuti tie and dye, come tende, cuscini e copriletti, per ottenere uno stile un po’ gipsy. Perfetto l’abbinamento con tappeti kilim per riscaldare gli ambienti, cuscini con colori a contrasto e qualche elemento vintage scovato in soffitta o nei mercatini. La parola d’ordine è creare degli ambienti originali, valorizzando i pezzi unici, ma sempre amalgamando con gusto tonalità e quantità degli elementi per non sovraccaricare.

1
Colori e tessuti etnici per lo stile bohemian

 Tie and dye per la camera da letto

La riscoperta attuale dello stile tie and dye si è lasciata alle spalle i colori acidi e gli effetti multicolor un po’ psichedelici degli anni Sessanta prediligendo il colore blu indaco o accostamenti di tinte pastello, come il verde menta, il giallo senape o il rosa pesca.

2
Colori pastello per la camera da letto

La camera da letto ha un aspetto più fresco con cuscini e copri piumini tie and dye. Il colore unico diventa padrone assoluto dello stile e gli effetti decorativi si giocano tutti sui diversi effetti di legatura.

3
Osa con l’intensità del blu indaco e diverse legature

Effetti di luce con le tende

Basta davvero poco per cambiare completamente il mood di una stanza. Una tenda ad esempio può diventare l’elemento distintivo dell’ambiente, senza dover modificare l’arredamento preesistente, aggiungendo però un tocco nuovo d’ispirazione bohemien. Se l’ambiente è chiaro una tenda tie and dye dal colore intenso diventerà il fulcro dell’attenzione e un perfetto elemento decorativo da parete, magari da appendere sopra il letto o per separare la zona notte da quella di lavoro.

tenda1
Una tenda per caratterizzare l’ambiente

Se le stanze hanno già un arredamento ben caratterizzato e con elementi colorati una tenda tie and dye bianca con decorazioni pastello donerà luce e un tocco personale. Bellissima la tenda con fondo sfumato giallo lime o gli effetti di legatura in viola lavanda. Il consiglio è di scegliere un tessuto chiaro e leggero per far passare più luce possibile e valorizzare la luminosità degli ambienti.

5
Colori in trasparenza

Colori sfumati per cuscini e tappezzerie

Se vi piace l’arredamento originale dato dall’accostamento di pezzi unici, può essere un’idea tappezzare sedute, poltrone o sofa con un tessuto tie and dye, meglio se si tratta di pezzi vintage.

6
Tappezzerie boho chic blu indaco

I cuscini sono elementi d’arredo che amo molto perché permettono di modificare facilmente il carattere di un ambiente, aggiungendo colore e comfort. Anche un arredamento minimal può trovare vivacità con l’aggiunta di cuscini tie and dye, meglio se di diversi toni e motivi, da mixare fra loro, giocando anche con altre fantasie, per un look in perfetto stile bohemien.

7
Diversi disegni per decorare i cuscini

Realizza il tuo tie and dye

Vi è venuta voglia di realizzare voi stesse un tessuto tie and dye? Facilissimo! Si può fare in casa procurandosi della tintura per stoffa, una bacinella di plastica abbastanza capiente, guanti di gomma e naturalmente il tessuto. Attenzione! Questo deve essere di cotone naturale senza filati sintetici altrimenti il colore non verrà assorbito, se non in minima parte.

Gli effetti decorativi si potranno ottenere sia annodando parti di tessuto, sia legandole strette con del filo. Ecco due tutorial facili da seguire.

Il primo progetto prevede la realizzazione di tovagliette da colazione, ma con la stessa tecnica si potranno realizzare tende o copricuscini. La tecnica usata si chiama propriamente dip dye e consistere nell’immergere senza legature il tessuto nel bagno di colore, fino al punto che si vuole colorare. Quindi va lasciato immerso tenendolo in verticale per qualche minuto fino a quando le sfumature avranno raggiunto l’altezza e l’intensità desiderate. Si può poi immergere l’altro capo in un bagno di colore differente. Dopodiché si lascia asciugare il tessuto in verticale e quando sarà completamente asciutto si potrà lavarlo in acqua fredda e sale per fissare permanentemente  il colore e rimuovere quello in eccesso.

DIY placemat
Tutorial per tovagliette da colazione

Per creare delle lenzuola tie and dye dai freschi colori pastello bisogna invece segnare sul tessuto le linee da legare, con ago e filo; quindi si tira il filo per stringere il punto da legare con elastici. È importante stringere e legare bene il tessuto per evitare che il colore penetri durante l’immersione nel bagno di tintura. Quindi si immerge il tessuto nel colore nei punti desiderati e infine, dopo un’asciugatura preliminare si slega e si completa l’asciugatura.

DIY bedding
Tutorial per tingere le lenzuola

L’effetto è bellissimo!

di Marianna