Il tavolo di legno diventa arte

Tra tutti i mobili di casa ho sempre considerato il tavolo come quello più importante. Perché è un po’ il centro della nostra vita, ci sediamo attorno per mangiare, stare insieme, lavorare. Accoglie sulla sua superficie tanti pezzi della nostra quotidianità, ma non è solo pratico e funzionale, per i designer il tavolo è anche un elemento d’arredo da progettare con attenzione ai materiali e alle forme.

Zanotta ha reso omaggio all’architetto Carlo Mollino col tavolo Arabesco, in rovere e cristallo, dalle forme fluide che mescolano lo stile decorativo Art Nouveau con la funzionalità degli anni ’50.

Zanotta. Arabesco
Zanotta. Arabesco
Zanotta. Arabesco
Zanotta. Arabesco

Il designer olandese Daan Mulder ha progettato un tavolo che sembra una scultura: un’unica forma in strati laminati di legno, che fa parte della collezione Form Follows Function.

Daan Mulder. Form Follows Function
Daan Mulder. Form Follows Function
Daan Mulder. Form Follows Function
Daan Mulder. Form Follows Function

Il laboratorio artigianale La Quercia 21 attraverso il riutilizzo di legni e materiali di recupero, realizza arredi originali dal carattere vivace, come il Tavolo Fisarmonica, in listelli di legno di diverse essenze e dimensioni irregolari, dall’effetto cromatico irresistibile.

La Quercia 21. Tavolo Fisarmonica
La Quercia 21. Tavolo Fisarmonica
La Quercia 21. Tavolo Fisarmonica
La Quercia 21. Tavolo Fisarmonica

Layer è il tavolo creato dall’azienda veneta Lucanichetto, con anelli in legno sovrapposti, che sostengono il ripiano in vetro e ricordano la struttura di una palma. Il numero dei coni permette di giocare con le dimensioni dei ripiani e l’altezza del tavolo.

Lucanichetto. Layer
Lucanichetto. Layer
Lucanichetto. Layer
Lucanichetto. Layer

Ripples di Toyo Ito, disegnato per Horm gioca con i colori dei legni per creare l’effetto di un movimento fluido, come quando si lancia un sasso nell’acqua: noce, mogano, ciliegio, rovere e frassino creano un’alternanza di forme concave su cui poggia una lastra di vetro.

Horm. Ripples
Horm. Ripples
Horm. Ripples
Horm. Ripples

Spring Table è il tavolo frizzante e divertente, progettato dallo studio Tb&Ajkay e realizzato in sottili fogli di betulla sovrapposti, per conferire stabilità e leggerezza e l’originale forma a “ricciolo”.

Tb&Ajkay. Spring Table
Tb&Ajkay. Spring Table
Tb&Ajkay. Spring Table
Tb&Ajkay. Spring Table

Modellato poeticamente come fosse un paesaggio è il tavolo del designer americano Mike Bolster. Realizzato in legno multistrato di betulla del baltico è modellato a formare una rappresentazione topografica, con le sue alture e le sue vallate, protette da una lastra di cristallo.

Mike Bolster. Peaks and Valleys
Mike Bolster. Peaks and Valleys
Mike Bolster. Peaks and Valleys
Mike Bolster. Peaks and Valleys

E poi il mio preferito: il CATable del designer Ruan Hao, dotato di buchi e cunicoli ricavati nel suo spessore, per intrattenere il gatto e smuoverlo finalmente dalla tastiera del nostro laptop!

Lycs Architecture. CATable
Lycs Architecture. CATable
Lycs Architecture. CATable
Lycs Architecture. CATable
Lycs Architecture. CATable
Lycs Architecture. CATable

di Marianna