Le sculture di carta di Jen Stark

Jen Stark, Centrifugal
Jen Stark, Centrifugal

Tutto è iniziato quando Jen Stark, come tanti giovani americani, è venuta in Europa per fare l’esperienza di un soggiorno nel vecchio continente. Pochi soldi alla mano, non sapeva proprio cosa comprarsi nelle costosissime art boutiques di Parigi: così la scelta è ricaduta sul cartoncino colorato, con cui ha iniziato a sperimentare creando intrecci di colori e paesaggi di carta che richiamano l’infinito.

Spirali e vortici ispirati alle microscopiche geometrie della natura e mutuati dallo studio dei processi biologici e dell’anatomia. Il richiamo ai mandala è forte, e certamente come l’antica tradizione indiana anche queste opere hanno un altissimo potere ipnotico.

Oggi, a 28 anni, Jen Stark è già un’artista affermata: le sue vibranti sculture di carta le hanno valso premi importanti come il Miami New Times Mastermind Award e i suoi lavori sono esposti in varie mostre e gallerie d’arte in giro per gli Stati Uniti. Chissà quando la vedremo in Europa?

Jen Stark, Radial Reverie
Jen Stark, Radial Reverie
Jen Stark, Burst
Jen Stark, Burst
Jen Stark, Double Take
Jen Stark, Double Take
Jen Stark, In Between Space
Jen Stark, In Between Space
Jen Stark, How to Become a Millionaire in 100 Days
Jen Stark, How to Become a Millionaire in 100 Days
Jen Stark, Microscopic Entrance
Jen Stark, Microscopic Entrance
Jen Stark, Piece of a Infinite Whole
Jen Stark, Piece of a Infinite Whole

Intanto in questo video la sua storia:

di Alessia Fabbri