Just Paint: Trasformare tele d'artista

Marianna Franzosi mi ha contattata per scrivere di nuovi progetti “Made in Roma” di designer/artisti/artigiani locali, per far conoscere le proposte recenti della creatività della sua città. Ed eccola qua: in questo guest post scrive del progetto di una giovane designer romana, Margherita Cuccia, che realizza borse di vari tipi a partire da tele d’artista che lei stessa dipinge, modifica, struttura. Una ricerca orientata alla possibilità di reinventare l’uso e la funzione di diversi materiali e allo studio del colore. Il risultato mi sembra interessante! Voi che ne dite?

Just Paint di Margherita Cuccia
Just Paint di Margherita Cuccia

Pennellate di colore libere e avvolgenti, seducenti contrasti cromatici tra tela e pittura. Non è un quadro di Mark Rothko, ma la collezione di borse del progetto Just Paint tele d’artista trasformate, realizzata a Roma Margherita Cuccia – detta Tita – per il suo marchio Daidadaida.

Bag di grandi dimensioni da abbinare a bustine coordinate, borse a mano e con tracolla, pochette ma anche porta tabacco, porta carte, quaderni e gli utilissimi porta iphone e porta ipad, realizzati anche su richiesta, perché il suo divertimento è quello di “dare una doppia vita agli oggetti e ai tessuti”. In questo caso alle tele da pittore che grazie alla qualità del materiale, un connubio fra gesso e tessuto, hanno il giusto carattere per essere resistenti e accogliere naturalmente la decorazione.

Non ci sono limiti all’uso dei colori e dei materiali: passamanerie crochet si alternano a inserti in velluto per l’inverno, manici in perline e paillettes in divertente contrasto con la sobrietà della tela e le geometrie della pittura di Tita, che segue la forma delle bag che lei stessa confeziona, rendendo ognuna di queste un pezzo unico e originale.

Il progetto, racconta, è iniziato quasi casualmente mentre accompagnava il suo ragazzo pittore a rifornirsi della tela in un piccolo negozio del centro dove le hanno regalato degli scarti troppo piccoli per essere venduti. “La produzione è in atto e in continua evoluzione” racconta Tita dal suo studio nella Capitale. “Credo che questo progetto sulle tele non sia ancora finito… quello che cerco è uno studio approfondito sui colori e sul loro dialogo”.

L’appuntamento per vedere la sua collezione è il prossimo 16 dicembre al mercatino di Natale dello storico quartiere di Monti, a Roma, ma intanto ci si può tuffare nel colore sul suo sito daidadaida.com.

Marianna Franzosi

Foto di Arianna De Sangro.

di Alessia Fabbri