La fotografia surrealista di Alexey Bednij

Certe fotografie nascono per caso, per un colpo di fortuna, altre sono ricercate, studiate, attese. Il fotografo russo ventottenne Alexey Bednij ricerca l’illusione visiva attraverso ritratti di persone e animali.

Lui chiama “collage” questa sua sbalorditiva serie di composizioni in bianco e nero ad alto contrasto, basata sullo studio delle ombre. E il termine ci pare azzeccato. Se da un lato c’è da immaginare che l’artista sia dotato di una grande dose di pazienza e di un tempismo perfetto, infatti, a ben vedere ci si accorge che le ombre non sono sempre nella stessa direzione… Che sia allora un po’ meno fotografia e un po’ più “arte grafica delle ombre”, il risultato mi pare comunque affascinante.

Ma vi lascio giudicare.

Via Featureshoot.

di Alessia Fabbri