Una dimora-musa: dall'immenso Truman Capote all'artista Ross Bleckner

Truman Capote (New Orleans, 1924 – Bel Air, 1984) è stato uno scrittore, giornalista, drammaturgo, sceneggiatore, attore e dialoghista statunitense.
Il padre di “Breakfast at Tiffany’s” e di “A sangue freddo”, artista incredibile, dissoluto, alcolizzato e tossicodipendente, ha vissuto un’esistenza estetizzante e distruttiva, un Oscar Wilde moderno, brillante, incandescente e maledetto.

La villa di Truman Capote
La villa di Truman Capote

Capote amava trascorrere momenti di solitudine nella sua residenza estiva negli Hamptons. Praticamente impossibile trovare quella villa di Long Island, ed è proprio questo quello che cercava: essere nascosto dietro una foresta di Japanese holly trees, siepi, cespugli di ortensie e la brezza del mare.

Truman Capote
Truman Capote

La dimora, completamente realizzata in legno, godeva di una poetica chicca: il pavimento di una stanza era completamente dipinto di blu. Capote, in un’intervista: “I’ve just had it repainted, and this humidity doesn’t help it dry. You should see this room at night. The floor floats like a big blue-green lake.”

living room di Capote
living room di Capote

Nel 2009 un incendio distrusse la villa del grande sceneggiatore.
L’artista Ross Bleckner ha acquistato la casa e gli ha regalato nuova vita nel rispetto, ovviamente, della vecchia.

La villa di Ross Bleckner
La villa di Ross Bleckner

Lo stile della villa mantiene sempre, nei prospetti esterni, il calore delle vecchie case sulla spiaggia degli Hamptons. È stata resa contemporanea solo nei principi della ecosostenibilità.

living room di Bleckner
living room di Bleckner

Gli interni sono molto più minimal di quelli di Capote. Il bianco delle pareti, la resina scura a pavimento e gli arredi di essenze scure.

Ross Bleckner
Ross Bleckner

La magica tensione artistica di questa casa è riconfermata dai lavori di Bleckner nati tutti qui, in questa dimora-musa.

di Mirella Ippolito