L'arte concettuale di Liza Park

Eunoia di Liza Park
Eunoia di Liza Park

Fare della propria immaginazione un’opera d’arte. Letteralmente. Con Eunoia l’artista concettuale Liza Park ha sperimentato la creazione di suoni attraverso la trasmissione delle onde cerebrali – raccolte tramite un set di cuffie che eseguono un vero e proprio encefalogramma. Le onde alfa, beta, delta, gamma e theta del suo cervello, insieme ai suoi movimenti oculari, sono così monitorate e, attraverso un software specializzato, trasformate in onde sonore. Cinque piccoli amplificatori sono posizionati sotto altrettanti dischi sottili, ognuno contenente un basso strato di acqua, che vibrano in corrispondenza dell’attività delle varie onde cerebrali.

Lungi dall’avere un’intenzione scientifica, Liza Park si è esercitata per quasi un mese cercando di pensare a persone cui la legano forti relazioni sentimentali. Il suono emesso da ognuno dei cinque amplificatori riflette così emozioni di tristezza, rabbia, odio, desiderio e felicità. Pare che volesse addirittura raggiungere uno stato di quiete assoluta che si traducesse in un silenzio totale, ma ciò non sembra possibile. Il che è nondimeno poetico.

Eunoia from Lisa Park on Vimeo.

di Alessia Fabbri