L’arte del sogno contro la distrofia muscolare

Luka è un bambino sloveno di dodici anni, affetto da distrofia muscolare. Per lui, come per tanti suoi coetanei con la stessa malattia, un grande rammarico è quello di non poter fare sport. Luka ha ancora l’uso delle dita e quindi può disegnare e spostarsi su una sedia a rotelle, ma giochi come il basket o lo skateboard rimangono fuori questione.

Parlando del suo desiderio con il fotografo Matej Peljhan è nata l’idea per questa serie di fotografie che, con l’aiuto della fantasia, di sfondi realizzati con oggetti quotidiani e di qualche sostegno, restituisce al piccolo Luka i gesti e i movimenti che la malattia gli ha sottratto, e porta questo sfortunato Petit Prince in un viaggio immaginario in cui può giocare, correre, saltare e divertirsi come gli altri bambini fanno normalmente.

La scelta del fotografo di non utilizzare il foto-ritocco, bensì evidenti escamotage per creare l’illusione e dare corpo ai sogni del bambino, ci aiuta a non perdere di vista la realtà di Luka, la cui vitalità emerge così ancora più fortemente.

di Alessia Fabbri