Le magiche sculture in movimento di Anthony Howe

Vi consiglio di prendervi qualche minuto e lasciarvi ipnotizzare dalle sculture cinetiche di Anthony Howe. Una dopo l’altra vi faranno entrare nella meraviglia di un mondo di strane creature che sembrano provenire dal fondo del mare o da universi lontani o dal potere dell’immaginazione.

Anthony Howe
Anthony Howe

Da oltre venticinque anni quest’artista progetta sculture consapevole di quanto il movimento sia importante nella percezione visiva e per questo le sue opere si distinguono per quel tocco vitale che le rende uniche e magiche.
Realizzate in materiali leggeri e resistenti come l’acciaio e la fibra di vetro per sfruttare anche la minima brezza, le sculture usano anche dei motori per generare dei movimenti continui e costanti, a cui si sommano, imprevedibili, quelli delle parti lasciate libere di muoversi col vento.
La meccanica non è tutto in queste sculture incredibili e anche l’ambiente – generalmente grandi spazi esterni – in cui sono inserite gioca un ruolo fondamentale. I movimenti dolci e circolari delle opere enfatizzano la natura che le circonda, connettendo il mondo naturale e le sculture tra di loro.

Anthony Howe
Anthony Howe

Eppure, per quanto influenzate dal paesaggio queste opere incantevoli non tradiscono mai la propria natura artificiale e la loro bellezza è anche nella percezione dell’aspetto meccanico.

Anthony Howe
Anthony Howe
Anthony Howe
Anthony Howe

Alcune sculture sembrano nuotare nell’aria con movimenti fluidi, come bellissime meduse, in altre invece gli effetti di luce accentuano il dinamismo, giocando con specchi rotanti che riflettono lo spazio circostante in frammenti luminosi e imprevedibili.

Anthony Howe
Anthony Howe

Buona visione!

di Marianna